Alessandro Grazian – L’età più forte (Lavorarestanca, 2015)

Postato il

grazian

Articolo di Eleonora Montesanti

E’ tempo di bilanci per Alessandro Grazian, cantautore padovano da tempo trapiantato a Milano, che con il suo ultimo disco intitolato L’età più forte (un chiaro e voluto omaggio all’opera letteraria di Simone De Beauvoir) arriva ad un punto cruciale della sua carriera artistica.
Questo, infatti, è un album che vuole tirare le somme, sia dal punto di vista dei contenuti sia dal punto di vista melodico. Le dieci tracce che lo compongono rappresentano la sintesi degli innumerevoli volti del cantautorato di Grazian: cupi abbozzi new wave si incrociano con un’insolita apertura armonica; atmosfere tese e distorte si sciolgono nella psichedelia dei synth e nell’ampiezza dei fiati; la poeticità dei testi si appoggia alla varietà stilistica che rende questo artista un cantautore atipico nella sua dinamicità e gli dà il merito di avere una visione trasversale e del tutto personale della canzone d’autore italiana.

Il brano che meglio si identifica in queste caratteristiche è Satana, il quale si auto-proclama anche manifesto ideologico: al centro di questo concept album (poiché di questo si tratta) c’è il concetto di scelta. Ma non la scelta ideale, entusiasta e a tratti ingenua che possiamo illuderci di fare nella prima giovinezza, quella che potrebbe portarci ovunque, bensì si tratta di un altro tipo di scelta: quella disincantata e realistica, quella che ci fa sopravvivere in base alle nostre possibilità effettive e all’ambiente che ci circonda: scegliere o meno di vendere l’anima al diavolo e riunciare ai propri valori per una questione di mera sopravvivenza.
In realtà questo è un equilibrio davvero complesso. Subito dopo, infatti, giunge il ritornello oscuro e mantrico di Lasciarti scegliere, il quale, in maniera un po’ provocatoria, dà uno scossone a questa apparente obbligatorietà di scendere sempre a compromessi.

Corso San Gottardo, invece, è una canzone autobiografica sull’emigrazione a Milano: anch’essa è cupa, ansiogena, come se fosse il frutto dell’angoscia del primo vero confronto con se stessi quando, in una città nuova, bisogna ripartire daccapo. La stessa malinconia di fondo la si ritrova anche in Anastasia, una bella canzone d’amore d’altri tempi senza lieto fine, il cui impatto narrativo e l’utilizzo trasognato ed effimero della voce e degli arpeggi la fa sembrare l’estratto di un romanzo russo di inizio Novecento.
Grazian, però, ha anche un altro volto piuttosto imprevedibile, quello dissacrante e consapevolmente cccpiano di La risposta e di Se io fossi una band mi scioglierei. Due episodi interessanti, ironici, riusciti.

Meno riusciti, invece, sono gli ultimi due pezzi, vale a dire Quasi come me e Noi noi noi: la loro conformazione da ballata classicheggiante le rende più tiepide rispetto al resto del disco. E’ un peccato che proprio sul finale L’età migliore perda un po’ di magnetismo e di scombussolamento di viscere, poiché in generale si tratta di un buon lavoro, che potrebbe benissimo rappresentare quel fantomatico disco della maturità a cui si dovrebbe aspirare.
Ciò che è certo è che l’identità artistica di Alessandro Grazian è più chiara e marcata che mai: il suo cantautorato così variegato – ma mai incoerente – e l’intimismo (ogni tanto criptico) delle narrazioni sono il suo marchio assolutamente irrinunciabile.

Tracklist
01. L’età più forte
02. Satana
03. Lasciarti scegliere
04. Corso San Gottardo
05. La risposta
06. Anastasia
07. La meglio volgarità
08. Se io fossi una band mi scioglierei
09. Quasi come me
10. Noi noi noi

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...