Erio – Oval in your trunk (2015)

Postato il Aggiornato il

erio by sterven jonger_02

Articolo di ElleBi

Erio Franovich (in arte Erio) è cresciuto in un piccolo paese immerso nei boschi e fin dalla più tenera età ha sempre cantato, disegnato, scritto racconti e filastrocche. Durante gli anni delle superiori, non riuscendo a coinvolgere coetanei che lo seguissero nella formazione di una band, ha continuato a scrivere le sue canzoni in totale solitudine.
Spesso si trattava solo di testi, in italiano o inglese, con annotazioni di melodie e accordi ottenuti suonando il flauto dolce e la chitarra classica, gli unici due strumenti che aveva in casa.
Finita la scuola, con l’introduzione nel mondo del lavoro, si è potuto comprare il primo computer, cominciando così a elaborare, migliorare e registrare tutti quegli appunti collezionati negli anni.
Raggiunto un risultato soddisfacente, sia dal punto di vista della scrittura che dell’esecuzione, ha inviato alcuni demo a qualche casa discografica.

Erio ÔÇô The Reason

Uno di questi ha suscitato l’attenzione di Enrico Molteni de La Tempesta che, colpito sia dalla voce che dalle sonorità, lo ha arruolato fra i suoi talenti. Nel giro di pochi mesi sono stati pubblicati due doppi singoli digitali in formato 45 giri con un lato A e lato b come quelli di una volta.

La sessione completa delle registrazioni effettuate darà vita ad un album la cui uscita è prevista per l’inizio del prossimo autunno. Si tratterà di un lavoro omogeneo con quanto già conosciuto, basato su tante voci, tante chitarre e un po’ di elettronica, atmosfere notturne e melodie dolcissime, il tutto in linea con un’essenza dream-pop. Soggetto principale del disco sarà l’elemento umano, con particolare attenzione ai rapporti interpersonali, agli affetti, raccontati con immagini intense e metaforiche che allo stesso tempo rivelino il legame viscerale e indissolubile con la natura che ci circonda.

Questa versione di Oval in your trunk, lato b del primo singolo We’ve been running, è stata eseguita lo scorso aprile durante la tappa triestina di Sofar Sounds, piattaforma musicale diffusa in tutto il mondo, che permette a musicisti emergenti di esibirsi all’interno di case private, stabilendo così un rapporto più intenso ed intimo col pubblico. La voce di Erio, oltre a rivelare le influenze degli studi di canto lirico, “arriva” eterea al punto da raggiungere un’estensione vocale davvero inusuale, che può rendere “impegnativo” un primo ascolto. L’atmosfera che riesce a creare è onirica, a tratti quasi magica, anche grazie all’eleganza innata di ogni suo gesto, che rivela un’evidente attitudine teatrale. Certo la “vocina” di Erio, così lontana dagli schemi classici italiani non è alla portata di tutti, ma chi prova ad abbandonarsi alle sensazioni condivise da “quest’anima che canta” di sicuro ne esce con mente e cuore più leggeri…

erio by sterven jonger

Foto di Sterven Jonger

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...