L.E.D. – Curami ***anteprima videoclip***

Postato il Aggiornato il

I L.E.D. nascono nel 2014 dall’incontro artistico fra Massimiliano Tordini (Miura) e Marco Mangone (La nuit) alle chitarre. La formazione attuale include anche Yuri Melis al basso ed elettronica.

“L’irriverente” è il loro EP di esordio, qualcosa di “ibrido e immoralmente complicato”, come lo definiscono loro stessi. Cinque canzoni che in diciassette minuti condensano il desiderio del gruppo di dare libero sfogo alla propria creatività affidandosi ad un suono ricercato, che viaggia su fili emozionali cupi ma che sanno essere trasformati, in alcuni momenti del disco, in melodie al limite del pop. I testi rivelano l’urgenza di comunicare il proprio mondo interiore, la visione dei vari aspetti dell’animo umano e lo fanno con una notevole forza intima.
Abbiamo il piacere di offrirvi, in esclusiva, il video di “Curami”, nuovo singolo estratto dal disco. Diretto e realizzato da Antonio d’Andrea, ci propone una location molto particolare, un manicomio in disuso abbandonato che diventa il luogo ideale da collegare alla memoria.

“Dimenticare il passato è perdere il presente. Nella velocità sono proprio le cose immobili come il fabbricato nel video che ti bloccano in un angolo e ti dicono aspetta, guardami, questo è tutto quello che fai fatica a decodificare perché lontano dal tuo mondo ordinario, ma quello che sono io, sei anche tu. In una piccola parte del cuore ci sono frammenti. Ed eccoci, ci sono questi silenzi, c’è il freddo di queste stanze vuote, c’è la disperazione di chi si è perso nello sconforto, nella solitudine. L’amore rimane l’unica via percorribile, l’unica medicina per curare le infezioni giornaliere.
La follia, la ragazza che torna a visitare i suoi luoghi cercando qualcuno che la possa salvare dall’oblio ricordandola, è l’immagine di tutti quegli uomini e quelle donne che nel silenzio se ne sono andati, senza fare rumore, senza fare notizia, senza lasciare traccia.“
Queste sono le intense parole con cui i L.E.D. ci raccontano il percorso emozionale del video.

Anche l’approccio musicale del brano è altrettanto curato e stratificato, in altalena fra momenti di energico electro-rock ed altri in cui la melodia, in totale sintonia col contenuto del testo, si fa delicata, dolce e struggente.
Decisamente interessante anche l’uso della voce che scandisce ogni singola frase riempendola di carica emotiva…
Quel “curami” finale, unito alla frase di Isabel Allende che scorre a fine riprese, “la gente muore solo quando viene dimenticata”, lascia davvero un segno nel cuore di chi l’ascolta…


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.