Articolo di Eleonora Montesanti

E’ in arrivo nei cinema italiani il primo film biografico su Mia Martini, con la regia di Riccardo Donna e la magistrale interpretazione di Serena Rossi.
Il film, prodotto dalla Eliseo Produzioni di Luca Barbareschi in collaborazione con Rai Fiction e distribuito da Nexo Digital, sarà nelle sale italiane (QUI l’elenco completo) solo nei giorni 14, 15 e 16 gennaio e sarà trasmesso sulla tv nazionale dopo il Festival di Sanremo 2019.

Ci sono artisti che hanno saputo, come pochi, esprimere lo spirito del tempo in cui vivevano e anzi, talvolta, anticiparne il corso. Tra questi c’è Mia Martini.

Un’artista dalla voce unica, un’esperienza umana scandita da grandi successi e da un privato denso di emozioni, sempre in bilico tra crisi esistenziali e traguardi professionali.
Io sono Mia – è quello di partire da un racconto per restituire memoria e dignità a un’artista e donna immensa, annientata dalla violenza di un pregiudizio.

Io sono Mia è un concentrato di commozione, amore e umanità arricchito dalla recitazione “anima e corpo” di Serena Rossi che, è evidente, ha dato tutta se stessa in questo ruolo, cercando di fuggire da ogni imitazione.


Come se non bastasse, poi, la ricerca certosina svolta nella ricostruzione delle locations, degli abiti e delle esibizioni musicali rende il film meravigliosamente verosimile e ancora più coinvolgente.
Guardate questo film, perché potreste scoprire di avere molte cose in comune con quella donna così fragile ma determinata.
Guardatelo e mettetevi nei suoi panni anche solo per un attimo, e poi mettetevi nei panni di chi, per qualsiasi ragione, vive una vita limitata a causa dei pregiudizi che mangari, anche con leggerezza, contribuiamo ad alimentare.

SINOSSI
Sanremo ’89. Un’esile figura femminile percorre i corridoi che portano al palco del Teatro Ariston. E’ Mia Martini (Serena Rossi) al suo rientro sulle scene dopo anni di abbandono: “sai la gente è strana / prima si odia e poi si ama” è la prima strofa della sua nuova canzone, della sua nuova vita.
Mimì, in una serrata intervista con Sandra (Lucia Mascino), una giornalista che in realtà a Sanremo vorrebbe incontrare Ray Charles e che considera Mia Martini solo un ripiego (che magari porta pure sfortuna davvero), ripercorre la sua vita: gli inizi difficili da bohémienne nella Roma del ’70; il rapporto complesso col padre che, pur amandola, la ostacola fino a farle male; una storia d’amore contrastata che la travolge; il marchio infamante di iettatrice che le si attacca addosso condizionando la sua carriera e la sua vita; il buio, fino alla nuova dimensione di vita più pacificata. Io sono Mia è la storia di un’artista unica dalla voce inimitabile, la storia di una donna appassionata.