C I N E M A

The Mirror – visioni allo specchio di Christian Di Martino

Con La Favorita Lanthimos entra definitivamente e con le porte spalancate a Hollywood. Ma non lo fa con un film patinato o strappa lacrime, lo fa con maestria, eleganza e genialità che sono doti rare.
Riesce a confezionare un film stratificato che arriva a tutti, o quasi. Si trova a dirigere un film in costume ambientato nei primi anni del ‘700, genere che non fa proprio parte del suo universo cinematografico visto fino ad ora.
Nonostante ciò riesce incredibilmente a farlo suo.
Con La Favorita Lanthimos prende un Caravaggio e lo schizza con pennellate di fango. Un film sporco, intriso di crudeltà, perversioni, giochi di potere, ma anche tagliente, divertente e irriverente.

La Favorita - Yorgos Lantimos  Lantimos

E con una regia unica perfettamente parte del contesto storico.
Tre personaggi delineati da manuale, tre attrici straordinarie, Olivia Colman su tutte che interpreta una regina goffa, annoiata, piena di insicurezze e bisognosa di attenzioni e di affetto.
Fa quasi tenerezza la regina Anna, imprigionata nella sua solitudine e nel suo dolore per non riuscire a portare a termine le gravidanze, circondata da 17 coniglietti, che sono poi i suoi bambini.
Una regina che non ha la lucidità di governare e che si affida totalmente alla sua consigliera e duchessa Sarah (Rachel Weisz), furba e malvagia e che riesce a tenere a bada il carattere non proprio facile di Anna.
Alle due si unirà in seguito la cugina di Sarah, Abigail (Emma Stone), che passo dopo passo si insinuerà a palazzo fino ad iniziare una lotta all’ultimo sangue per diventare appunto La Favorita della regina.

La Favorita - Yorgos Lantimos  LantimosÈ molto di più di un film in costume, è un film che descrive perfettamente le dinamiche di potere e quindi di controllo, argomento tanto caro al regista greco.
Fino a che punto ci si può spingere per raggiungere il proprio scopo?
Tre donne in un triangolo amoroso, tre universi ricchi di sfumature meravigliosamente mostrate da uno dei migliori registi in circolazione che ci regala tra le altre cose una Emma Stone straordinaria, come non l’abbiamo mai vista. La Favorita può sembrare solo un film di intrattenimento ma se vi sporcate le mani a scavare nel fango ne rimarrete notevolmente sorpresi.
Promosso a pieni voti.

the favourite 06

[8/10]