Cerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Categoria

News

Border. – We don’t exist (Autoproduzione, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Stefania D’Egidio

Se avete voglia di ascoltare qualcosa di nuovo per il panorama musicale italiano, il 01 settembre è uscito l’EP della band emiliana Border., si scrive proprio così, con il punto finale ad indicare che non esistono confini, in geografia come nell’arte.
Il gruppo nasce dall’incontro tra Demi More ed Erika nel 2017 nel luogo culto della controcultura bolognese, via del Pratello; sono entrambi appassionati di musica elettronica, post punk, rock garage ed entrambi hanno avuto esperienze precedenti nel teatro, nella musica e nella performance art: Demi cerca una voce per esprimere i suoi deliri musicali ed ecco che il gioco è fatto.

Continua a leggere “Border. – We don’t exist (Autoproduzione, 2020)”

Festival di Sanremo, Premio Tenco, Voci di corridoio – chi sono i talentuosi Réclame?

I N T E R V I S T A


Articolo di Iolanda Raffaele

In occasione dell’uscita dell’album “Voci di Corridoio” e del riconoscimento tra i finalisti del “Premio Tenco 2020”, abbiamo scambiato due chiacchiere con Marco Fiore, cantante e voce della band Réclame per capire come è nato il loro progetto musicale, conoscerli più da vicino ed avventurarci alla scoperta del disco d’esordio.

Continua a leggere “Festival di Sanremo, Premio Tenco, Voci di corridoio – chi sono i talentuosi Réclame?”

Fontaines D.C. – A Hero’s Death (Partisan Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Manuel Gala

Avete presente quando nei reality il pubblico decide la sorte di una gara? Ecco, a questo giro dico io stop al televoto… nel senso che non ce n’è proprio bisogno. Il titolo di miglior rivelazione dell’anno è stato assegnato senza avversari.
I ragazzi irlandesi con la passione per la poesia ed il cinema (prendono il nome dal personaggio Johnny Fontane tratto dal film Il Padrino), aggiungono la sigla Dublin City e coniano il loro nome Fontaines DC.

Continua a leggere “Fontaines D.C. – A Hero’s Death (Partisan Records, 2020)”

Fabio Mina, Aniki – The Shiv (Bandcamp, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Dobbiamo ancora abituarci, ma di sicuro esisterà, forse già esiste, una “letteratura dell’era Covid” e una “musica del/dal lockdown”. Di quest’ultima fa certamente parte, per stessa ammissione dei suoi autori, l’interessantissimo lavoro dei fratelli Fabio e Luca Mina (aka Aniki), flautista, sassofonista, compositore e molto altro il primo, musicista elettronico, producer e mago del mixaggio il secondo. The Shiv, questo il tiolo del disco, che nel gergo delle galere americane, allude ad un coltello auto-costruito dai detenuti. Nella grammatica musicale e semantica dei due musicisti, il riferimento chiaro è alla capacità della musica di essere tagliente, cruda, anche spietata, ma sempre autentica e nello stesso tempo, a questa convinzione, soggiace il desiderio di portare l’attenzione su una questione esiziale del comportamento umano: la perenne voglia di rinchiudere, di incarcerare, e, perché no, di punire (come ricordava Michel Foucault, se mi si passa la citazione “da vecchio”).

Continua a leggere “Fabio Mina, Aniki – The Shiv (Bandcamp, 2020)”

Identikit di un artista – Alberto Dori

I N T E R V I S T A


Articolo di Iolanda Raffaele

Cantautore italiano di talento con una spiccata propensione per la lingua inglese. In occasione dell’uscita del coinvolgente brano Mistery Eyes, Off Topic ha intervistato Alberto Dori tra passato, presente e progetti futuri.

Continua a leggere “Identikit di un artista – Alberto Dori”

Gli Scordati di Joe – Vol. 57

R E C E N S I O N I


Articolo di Giovanni Carfì

Note di merito per album passati distrattamente in secondo piano, ma meritevoli di un loro piccolo spazio. Nell’impossibilità di raccontare tutto ciò che viene prodotto, una selezione di dischi con confronti senza vincitori, né punteggi; ma con la presunzione di restituire una sensazione il più immediata possibile, attraverso un’analisi che va oltre le solite stellette.

Continua a leggere “Gli Scordati di Joe – Vol. 57”

Paolo Bontempo, Gianluca Dario Rota – Giugno (Sperling & Kupfer, 2020)

L E T T U R E


Articolo di Giovanni Tamburino

Il periodo dell’anno tra giugno e settembre ha un tempo tutto suo, un valore tutto suo. Qualunque ostacolo impedisca il suo forsennato svolgimento ha il peso del peccato più efferato contro natura, è un furto imperdonabile di secondi che non torneranno. Deve correre, pazzo e implacabile.

Continua a leggere “Paolo Bontempo, Gianluca Dario Rota – Giugno (Sperling & Kupfer, 2020)”

Bush – The Kingdom (BMG, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Manuel Gala

Ad essere sinceri non sembrano passati 26 anni dal fortunato debutto di Sixteen Stone. Il tempo sembra essersi fermato davanti allo Sheperd’s Bush (storico club di Londra da cui prende il nome la band) in attesa che il gruppo salisse su quel palco. Eppure non deve essere stato facile per Gavin Rossdale tirare su una band da sempre sottoposta a continue critiche, travolti da etichette come copia poco originale dei Nirvana.

Continua a leggere “Bush – The Kingdom (BMG, 2020)”

Radical – TRASHBIN Vol. 3 (Autoprodotto, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Cristiano Carenzi

Il terzo capitolo della saga arriva a poco più di un anno dal precedente. La prima volta che ne ha parlato Radical fu a Dicembre scorso con una foto su Instagram, nei mesi successivi sono usciti tre pezzi e due di questi sono stati poi inseriti nel progetto (“Racks” e “Killyourego”). In tutto il disco è composto da 9 brani e dura poco più di venti minuti, decisamente il più corposo tra i tre.

Continua a leggere “Radical – TRASHBIN Vol. 3 (Autoprodotto, 2020)”

WordPress.com.

Su ↑