Cerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Cinzia D’agostino

Non Voglio Che Clara – Superspleen Vol.1 (Dischi sotterranei, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Cinzia D’Agostino

Ho il ricordo di questo gruppo bellunese da un cd che acquistai alla Fnac dieci anni fa, s’intitolava “Dei cani” e il nome della band Non voglio che Clara mi ispirava un romanticismo ormai dimenticato. Ne è passata di acqua sotto i ponti da quel giorno, ma oggi ritrovo il piacere di ascoltare la stessa eleganza e delicatezza che mi aveva conquistato così tanto.
Esce così il loro quinto lavoro Superspleen Vol. 1, dopo ben cinque anni di silenzio che sono serviti a Fabio de Min e compagni anche a comporre e suonare tanto insieme, trovando una nuova intima intesa. Loro stessi definiscono questo lavoro “corale”, frutto di armonia e condivisione nella scrittura e nella composizione.

Continua a leggere “Non Voglio Che Clara – Superspleen Vol.1 (Dischi sotterranei, 2020)”

Massimo Zamboni – La macchia mongolica (Universal, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Cinzia D’Agostino

Sono passati quasi quarant’anni dalla Berlino che fece incontrare  Massimo Zamboni e Giovanni Lindo Ferretti, i due padri del punk rock italiano che formarono gli indimenticabili C.C.C.P. dalle cui ceneri nacquero i C.S.I. E’ in questo periodo che i due intraprendono un viaggio in Mongolia attraverso la Transiberiana, un viaggio che lascerà un segno profondo soprattutto in Massimo e dal quale verrà alla luce un capolavoro della musica italiana, Tabula Rasa Elettrificata. Ma non sarà l’unico frutto di questa esperienza forte e trascendentale. Vent’anni dopo, Zamboni sente il richiamo di questa terra che oramai gli appartiene e intraprende un nuovo pellegrinaggio con la moglie; poco dopo, sarà concepita la loro figlia Caterina che verrà al mondo con una macchia inconfondibile, la cosiddetta “macchia mongolica”, un livido che contraddistingue la maggior parte dei bambini dell’Asia, destinato a dissolversi negli anni. Così il senso di appartenenza e la voglia di tornare all’origine si impossessa anche di Caterina e la famiglia si riunirà per recarsi nuovamente in questa terra ormai diventata casa; stavolta il viaggio farà nascere le 13 tracce di questa Macchia Mongolica.

Continua a leggere “Massimo Zamboni – La macchia mongolica (Universal, 2020)”

Animatronic @ Latteria Molloy, Brescia 28 novembre 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Cinzia D’Agostino, immagini di Giacomo Ghidinelli

Al primo ascolto di Rec, il disco d’esordio degli Animatronic, uscito l’otto Novembre per La Tempesta Dischi, sono rimasta letteralmente sconvolta. Quindici brani totalmente strumentali che ti violentano il cervello, basso chitarra e batteria senza un attimo di sosta. Ho immaginato immediatamente tre musicisti in preda ad un sano sfogo in sala prove, dove suoni non per incidere ma per puro divertimento e sperimentazione senza alcun freno inibitorio. E infatti Luca Ferrari, Luca Terzi e Nico Atzori passano insieme  un bel po’ di tempo a scaricarsi insieme con i loro strumenti finché il gioco non prende forma e registrano analogicamente su nastro a presa diretta questo loro progetto.

Continua a leggere “Animatronic @ Latteria Molloy, Brescia 28 novembre 2019”

Ginevra Di Marco & Cristina Donà @ Latteria Molloy, Brescia 22 novembre 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Cinzia D’Agostino, immagini di Giacomo Ghidinelli

Avevamo già parlato (qui) dello stupefacente omonimo album di Ginevra Di Marco e Cristina Donà uscito il 28 Giugno, un simbolo che ha sancito l’amicizia e l’affinità profonda che accompagna da anni le due artiste. Se lo avete apprezzato, sappiate allora che il live renderà l’ascolto ancora più sorprendente.
Non si tratta semplicemente di un concerto dove vengono eseguite le canzoni dell’album, è un percorso attraversato mano nella mano dalle due cantanti insieme ai loro fedeli compagni di viaggio degli ultimi anni. In poche parole, l’esperienza artistica dell’una si incastonata magnificamente in quella dell’altra, capitolo dopo capitolo, narrata attraverso le loro incantevoli voci, i brani che hanno contraddistinto la loro carriera, quelli che semplicemente hanno significato molto e gli strumenti dei loro musicisti di sempre.

Continua a leggere “Ginevra Di Marco & Cristina Donà @ Latteria Molloy, Brescia 22 novembre 2019”

Enzo Moretto (A Toys Orchestra) live in solo @ Alberodonte, Rodengo Saiano (Bs) – 6 ottobre 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Cinzia D’Agostino, immagini di Giacomo Ghidinelli

Quante volte abbiamo pensato a come sarebbe bello vedere dal buco della serratura il nostro musicista preferito mentre compone al pianoforte o alla chitarra in studio i suoi pezzi? Coglierne le sfumature, i suoni, la creazione, l’intimità. Diciamo che lo show in solo di Enzo Moretto all’Alberodonte è stato qualcosa di molto simile. Anche la location non è stata da meno, un locale nel verde, un rustico porticato di cascina con quadri sgargianti appesi, dove sediamo a tavoli di legno su sedie vintage a sorseggiare calici di buon vino e pinte di birra. L’atmosfera di convivialità trasuda dagli antichi muri fino ad arrivare ad uno spazio adibito a palco, luci soffuse ma calde, colori, quadri, strumenti. Tutto perfettamente in armonia, come una naturale prosecuzione dell’ambiente circostante. Ed è qui che ora si accinge a prendere postazione Enzo Moretto degli A Toys Orchestra, con il suo immancabile cappello, gli occhi bassi e quella genuinità disarmante che lo contraddistingue.

Continua a leggere “Enzo Moretto (A Toys Orchestra) live in solo @ Alberodonte, Rodengo Saiano (Bs) – 6 ottobre 2019”

Jennifer Gentle – Jennifer Gentle (Tempesta Dischi, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Cinzia D’Agostino

Esistono dinamiche strane in Italia. Abbiamo avuto grandissimi gruppi che, cantando in italiano, hanno fatto davvero storia, così come abbiamo musicisti considerati “indie” che eseguono pezzi leggermente meno “commerciali” ma abbastanza da meritarsi la radio e un po’ di popolarità. Poi ci sono quei gruppi che nascono in silenzio e che sono tutto tranne che in linea con il filone underground nazionale, a cominciare dalla lingua. Sì, perché se hai una band composta da italiani e canti in inglese qui non ti considera nessuno. Invece il nostro paese ci ha offerto negli ultimi anni musicisti davvero talentosi, capaci di andare oltre, di comunicare attraverso la propria musica e sì, utilizzando l’inglese, la lingua più musicale del pianeta. E’ semplicemente una scelta stilistica, la famosa libertà di espressione dell’arte che tanto andiamo a predicare.

Continua a leggere “Jennifer Gentle – Jennifer Gentle (Tempesta Dischi, 2019)”

Ginevra Di Marco & Cristina Donà – Ginevra Di Marco & Cristina Donà (Funambolo records, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Cinzia D’Agostino

Venerdì 28 Giugno è uscito ufficialmente quello che si può chiamare un connubio artistico perfetto per chi, come me, si è fatta accompagnare nel corso degli ultimi vent’anni da due voci femminili che hanno lasciato il segno nel rock indipendente italiano. Chi è cresciuto con questo genere di musica, non può non ricordare i C.S.I. dove spiccava, in contrasto con il carismatico Giovanni Lindo Ferretti, la voce di Ginevra di Marco; e chi ha amato visceralmente il rock italiano al femminile non può non essersi lasciato incantare dalla voce e dallo stile di quella che oggi è la più significativa cantautrice del nostro paese, Cristina Donà.
Finalmente, dopo anni di amicizia, coerenza, affinità intellettuale, musicale ed emozionale, ecco che le due artiste, attraverso una campagna clamorosa di crowdfunding su Musicraiser, hanno suggellato questa unione profonda pubblicando questo prezioso album omonimo che ha già conquistato la critica, facendo loro vincere il Premio Speciale Mei 2019 che verrà consegnato il 5 ottobre al Teatro Masini di Faenza.

Continua a leggere “Ginevra Di Marco & Cristina Donà – Ginevra Di Marco & Cristina Donà (Funambolo records, 2019)”

Giovanni Lindo Ferretti “A cuor contento” @ Live Music Club, Trezzo Sull’Adda (Mi) – 9 maggio 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Cinzia D’Agostino, immagini di Alessandro Pedale

I C.C.C.P. hanno rappresentato il Dio Punk in Italia negli anni ottanta, un punk unico e assolutamente nuovo che non incarnava i classici stereotipi inglesi o americani dei tempi. Con il loro stile che racchiudeva rock, new wave, dark, musiche popolari accompagnate sul palco da vere e proprie performance e teatro d’avanguardia, hanno senza dubbio lasciato un segno indelebile che ancora oggi non lascia indifferenti nuovi e vecchi ascoltatori. Sarà per questo che i concerti di Giovanni Lindo Ferretti sono sempre affollati di pubblico adorante, proprio come stasera al Live Music Club di Trezzo.

Continua a leggere “Giovanni Lindo Ferretti “A cuor contento” @ Live Music Club, Trezzo Sull’Adda (Mi) – 9 maggio 2019”

Paolo Benvegnù e Nicholas Ciuferri: i racconti delle nebbie – genesi e sviluppo

I N T E R V I S T A


Articolo di Cinzia D’agostino

Stanno portando in giro per l’Italia da circa un anno un meraviglioso spettacolo fatto di musica e narrazione, una rappresentazione teatrale e magica, ironica e onirica (ne abbiamo parlato qui). Paolo Benvegnù con la sua chitarra e la sua voce intensa accompagna le parole di Nicholas Ciuferri che danno un’anima ancora più profonda ai personaggi dei Racconti delle Nebbie. A Marzo questo progetto è stato pubblicato per Woodworm in formato cd audio, accompagnato da un libro di 44 pagine nelle quali i racconti di Nicholas si alternano ai suggestivi disegni di Alessio Avallone. In occasione dell’uscita di questo originale lavoro, abbiamo avuto il piacere di fare qualche domanda ai due artisti.

Continua a leggere “Paolo Benvegnù e Nicholas Ciuferri: i racconti delle nebbie – genesi e sviluppo”

WordPress.com.

Su ↑