Cerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Eleonora Montesanti

Il Museo del Prado: la corte delle meraviglie | 15-16-17 Aprile 2019 al cinema‎

C I N E M A


Articolo di Eleonora Montesanti

In occasione delle celebrazioni ufficiali per i duecento anni dalla sua fondazione arriva al cinema il film evento Il Museo del Prado: la corte delle meraviglie. Sarà nelle sale solo dal 15 al 17 aprile questo viaggio attraverso gli spazi, le storie e le emozioni di uno dei musei più famosi del mondo. Ospite d’eccezione all’interno della pellicola: l’attore britannico Premio Oscar Jeremy Irons, che guiderà gli spettatori alla scoperta dell’immenso patrimonio del museo spagnolo.

Ci troviamo in uno dei templi dell’arte mondiale, un luogo di memoria e uno specchio del presente con 1700 opere esposte (e altre 7000 conservate). Una collezione che racconta le vicende di re, regine e dinastie, di guerre, sconfitte e vittorie. Ma non solo: il Museo del Prado è pregno di sentimenti ed emozioni degli uomini di ieri e di oggi, le cui vite sono intrecciate a quelle del museo.

Continua a leggere “Il Museo del Prado: la corte delle meraviglie | 15-16-17 Aprile 2019 al cinema‎”

Umberto Maria Giardini, un artista libero

I N T E R V I S T A


Articolo di Eleonora Montesanti

In occasione dell’uscita del suo nuovo album, Forma Mentis (recensione qui), ho fatto una chiacchierata con colui che, da quasi vent’anni, è uno dei musicisti più autentici del panorama musicale italiano: Umberto Maria Giardini. UMG è un musicista appassionato a viscerale che non scende a compromessi e pone il suo modo di fare musica al primo posto, sempre. Per questo è uno degli artisti più liberi che abbia mai incontrato.

Forma Mentis, il titolo del tuo nuovo disco, è una locuzione che descrive una struttura mentale, soprattutto con riguardo al modo di considerare e intendere la realtà. Qual è la connessione fra il titolo e i brani che compongono l’album?

La connessione in questione è reale e assolutamente oggettiva. Quello che canto è molto autobiografico, come spesso è accaduto nei miei lavori precedenti, nonostante la chiave di lettura e i significati siano sempre velati. Lascio molto spazio all’interpretazione dell’ascoltatore e/o lettore. Nulla di ciò che scrivo è definito.

Continua a leggere “Umberto Maria Giardini, un artista libero”

Gauguin a Tahiti | Il Paradiso Perduto | 25-26-27 Marzo 2019 al cinema‎

C I N E M A


Articolo di Eleonora Montesanti

Sarà nei cinema italiani solo dal 25 al 27 marzo il nuovo appuntamento con la Grande Arte al Cinema distribuito da Nexo Digital, che porta per la prima volta sul grande schermo Paul Gauguin (1848-1903). Con la regia di Claudio Poli, la colonna sonora di Renzo Anzovino e la partecipazione straordinaria di Adriano Giannini, il docu-film esplora la vita dell’artista francese, soprattutto a partire dal momento in cui lasciò tutto per andare a Tahiti e seguire la sua ispirazione primitiva, reinventando completamente la pittura occidentale dell’epoca.

Continua a leggere “Gauguin a Tahiti | Il Paradiso Perduto | 25-26-27 Marzo 2019 al cinema‎”

Diabolik sono io: al cinema un docufilm sul re del fumetto nero italiano

C I N E M A


Articolo di Eleonora Montesanti

E’ nelle sale italiane proprio in questi giorni il documentario Diabolik sono io – il mistero che avvolge le origini del mito, diretto da Giancarlo Soldi e prodotto da Anthos Produzioni, Rai Cinema e da Astorina (la storica casa editrice di Diabolik).

Diabolik sono io ricostruisce a metà tra realtà e finzione la misteriosa vicenda della scomparsa del disegnatore del primo albo di Diabolik, Angelo Zircone. Soprannominato “il tedesco” per la carnagione chiara, i capelli biondi e l’insolita usanza di indossare i calzini con i sandali, di lui si sa soltanto che dopo aver consegnato alla redazione le tavole de Il Re del Terrore, il primo numero di Diabolik pubblicato nel novembre del 1962, sparì senza lasciare recapiti. Sembrava essersi volatilizzato.

Continua a leggere “Diabolik sono io: al cinema un docufilm sul re del fumetto nero italiano”

Umberto Maria Giardini – Forma Mentis (Ala Bianca, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Eleonora Montesanti

Forma mentis: struttura mentale, soprattutto con riguardo al modo di considerare e intendere la realtà. E’ questa la definizione enciclopedica della locuzione che Umberto Maria Giardini ha scelto come titolo del suo nuovo disco, il quarto col suo nome proprio. Ed è importante partire da qui poiché è proprio il suo particolare senso di realtà il motore e la chiave di lettura della sua identità artistica.

UMG è intenso, duro, lacerante, ma soprattutto psichedelico. Ci sbatte nel suo universo senza troppa delicatezza, ci scuote e ci disorienta facendoci oscillare continuamente fra luce e oscurità. Il suo desiderio di intimità passa attraverso un labirinto di atmosfere musicali a tratti calme, a tratti furiose, dove chi ascolta viene invitato a perdersi e ritrovarsi un’innumerevole quantità di volte.

Continua a leggere “Umberto Maria Giardini – Forma Mentis (Ala Bianca, 2019)”

The André, il cantautore che canta la trap con la voce di Faber [l’intervista]

I N T E R V I S T A


Articolo di Eleonora Montesanti

Uno dei fenomeni musicali e sociologici che nell’ultimo periodo ho trovato più interessanti è quello di The André, l’artista “senza volto” che interpreta e traduce le più famosi canzoni trap come se fosse Fabrizio De André.
Il suo è un esperimento che unisce due mondi lontanissimi, eppure per qualche strana ragione funziona. Così tanto da farlo arrivare a pubblicare il suo primo disco. Spinta dalla curiosità della sua opera ho deciso di fare una chiacchierata con lui, soprattutto per cercare di scoprire quali fossero lo scopo e il motore di questo progetto così bizzarro, ma allo stesso tempo anche assolutamente geniale.

Se non lo conoscete, prima di leggere l’intervista vi consiglio di cominciare da qui:

Continua a leggere “The André, il cantautore che canta la trap con la voce di Faber [l’intervista]”

Tintoretto – Un ribelle a Venezia: la vita della prima rockstar della storia dell’arte arriva al cinema

C I N E M A


Articolo di Eleonora Montesanti

E’ stato David Bowie, uno degli artisti più rock’n’roll della storia, a definire Jacopo Tintoretto una vera e propria proto-rockstar, per il suo modo così intenso e spregiudicato di vivere l’arte e la propria vita. Siamo abituati a studiare la storia dell’arte suddividendola per categorie e compartimenti stagni, non soffermandoci mai sulle personalità degli artisti e sul contesto storico e sociale in cui operavano. In realtà la storia dell’arte è piena di episodi avvincenti che quasi mai vengono raccontati.
Per quel che riguarda Jacopo Robusti, in arte Tintoretto (poiché figlio di un tintore), il docu-film Tintoretto – Un ribelle a Venezia, che esce proprio in occasione dell’anniversario dei cinquecento anni dalla nascita dell’artista, ha proprio lo scopo di raccontare l’opera e la vita di Tintoretto attraverso la sua città: Venezia.

Continua a leggere “Tintoretto – Un ribelle a Venezia: la vita della prima rockstar della storia dell’arte arriva al cinema”

Mattia Donna & La Femme Piège ci raccontano come è stato lavorare alle canzoni di Mia Martini per il film “Io sono Mia”

I N T E R V I S T A


Articolo di Eleonora Montesanti

Mattia Donna & La Femme Piège, al secolo Mattia Donna e Andrea Toso, sono coloro che hanno lavorato alla colonna sonora del film biografico su Mia Martini, Io sono Mia, di cui vi abbiamo parlato qui. Oltre alla scrittura di pezzi inediti per accompagnare la vicenda narrata nel film, il duo ha lavorato anche al riadattamento ex-novo delle canzoni di Mia Martini, interpretate poi meravigliosamente da Serena Rossi. Abbiamo voluto fare una chiacchierata con loro per saperne di più su chi sono e su come funziona lavorare a un progetto tanto ambizioso e delicato.

Continua a leggere “Mattia Donna & La Femme Piège ci raccontano come è stato lavorare alle canzoni di Mia Martini per il film “Io sono Mia””

L’arte e la vita di Degas in questi giorni al cinema

Articolo di Eleonora Montesanti

E’ nella sale italiane proprio in questi giorni (28-29-30 gennaio) Degas – passione e perfezione, il docufilm dedicato all’arte e alla vita di Edgar Degas, uno dei pittori più amati e indipendenti del movimento impressionista.
Il docufilm, diretto da David Bickerstaff, inaugura la stagione 2019 della Grande Arte al Cinema prodotta da Nexo Digital.
Non solo le famosissime (e meravigliose) ballerine, ma anche ritratti di famiglia, interni di cafè parigini, corse di cavalli e (pochi) paesaggi inventati sono i protagonisti assoluti dell’arte di Degas, il più particolare degli impressionisti, soprattutto per il suo carattere ossessivo nella ricerca della perfezione.

Continua a leggere “L’arte e la vita di Degas in questi giorni al cinema”

WordPress.com.

Su ↑