Gianluca Porta

Giorgio Poi – Fa niente (Bomba Dischi/Universal, 2017)

Postato il

Articolo di Gianluca Porta

Di Giorgio Poi non sapevo niente. So solo che, a un certo punto, girovagando su YouTube in cerca di musica da ascoltare, troppo pigro per aprire Spotify, c’era una sua canzone – o meglio, un video – consigliatomi. L’ho visto e non sapevo chi fosse. Non ne avevo mai sentito parlare, insomma era un completo sconosciuto. L’etichetta che aveva caricato il video, però, la conoscevo: Bomba Dischi, la stessa di Calcutta per intenderci. Così, un po’ incuriosito da questa novità musicale, ma soprattutto per poter dire di “averlo conosciuto per primo”, ho cliccato play.

Leggi il seguito di questo post »

Malkovic – Malkovic Ep (Autoprodotto, 2016)

Postato il Aggiornato il

m

Articolo di Gianluca Porta

Ci sono dischi che appena li ascolti ti sembrano un capolavoro, dopo pochi ascolti li sai già a memoria e li consigli a tutti i tuoi amici ma, dopo poche settimane, rimangono solo un’icona su iTunes e ti sembra non abbiano più niente da dirti. Ce ne sono altri che, invece, non conquistano così rapidamente ma a cui continuamente ritorni, quasi a malavoglia, quasi ci fosse un lavoro da fare.
Leggi il seguito di questo post »

I Cani – Aurora (42 Records, 2016)

Postato il Aggiornato il

I Cani - AURORA

Articolo di Gianluca Porta

Il mordente è ogni sostanza atta a fissare le materie coloranti usate per la tintura di tessuti e pellicce. Insomma, è una cosa piccola che si attacca tenace alla materia prima rendendola pronta per un cambiamento, un rinnovamento e ogni tanto magari anche un miglioramento. In tutto altro ambito semantico, si parla di “avere mordente”, cioè essere aggressivi, persuasivi, in grado di incidere sull’animo degli altri.
Leggi il seguito di questo post »

Calcutta – Mainstream (Bomba Dischi, 2015)

Postato il

calcutta-mainstream-cover

Articolo di Gianluca Porta

Il dono della sintesi è la capacità di esprimere in poche parole, in pochissime frasi un concetto complesso, definendolo in ogni suo aspetto. Da studente è quello che mi serve per studiare, per rispondere con meno fatica alle domande e per fare, eventualmente, “i bigliettini”. E non sempre funziona. Per chi le parole le sa usare è il modo più efficace per catturare un’emozione, condensarla in una sententia, renderla universale e ancora più umana. Calcutta, all’anagrafe Edoardo Dall’Erme, usa questa peculiarità per intrecciare la sua vita con quella di chi lo ascolta, in un album concentrato in meno di trenta minuti. Leggi il seguito di questo post »

Beirut – No no no (4AD, 2015)

Postato il Aggiornato il

beirut - no, no, no

Articolo di Gianluca Porta

Quando vado a una festa c’è sempre un momento che sento in dissonanza con la serata. Mentre sono lì, a bere, chiacchierare, ridere e scherzare con persone che conosco da una vita, per un istante è come se mi assalisse una tristezza strana, una malinconia o meglio ancora una nostalgia. Di cosa non so, non ancora, però c’è. Leggi il seguito di questo post »

Any Other – Silently. Quietly. Going Away (Digital Bello Records, 2015)

Postato il

Cover_Low

Articolo di Gianluca Porta

Adele Nigro è uscita dal gruppo. Ha deciso di lasciare quel folk che geograficamente sta tra la Svezia delle First Aid Kit e le foreste del Nord America, per fare qualcosa di nuovo. E forse di più vero. Perché, per quanto mi piacessero le Lovecats e il loro EP, non riuscivano a essere niente di più che una bella melodia e un’ottima armonizzazione. Il suo nuovo progetto, la sua nuova band, Any Other, riapre tutte le possibilità.
Leggi il seguito di questo post »

Younger and Better – Take Care (Autoprodotto, 2015)

Postato il Aggiornato il

younger

Articolo di Gianluca Porta

L’ultimo lavoro dei milanesi Younger and Better, Take Care, è un piccolo ritratto di cosa succede quando il muro sonoro dello shoegaze incontra ritmiche e mentalità postpunk, arrabbiate e drogate. Sono solo 4 tracce (un EP), che si ascoltano velocemente: Leggi il seguito di questo post »