Gianni Maroccolo

Angela Baraldi – Tornano sempre (Woodworm, 2017)

Postato il Aggiornato il

 

Articolo di Luca Franceschini.

Negli ultimi anni Angela Baraldi si è occupata soprattutto di impreziosire con la sua voce progetti di altri artisti. Dalle collaborazioni con Giorgio Canali (il duetto su “La solita tempesta” nell’ultimo disco in studio del cantautore emiliano, nonché il tributo ai JoyDivision che i due portano in giro ormai da diverso tempo) a quelle con Massimo Zamboni relative al repertorio dei C.S.I, sfociate più recentemente in “Breviario partigiano”, il prodotto che ha riportato in vita la storica formazione, pur senza Giovanni Lindo Ferretti alla voce, e sotto il monicker di Post C.S.I.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Stazioni Lunari – Carroponte, Sesto San Giovanni (Mi), 21 luglio 2016

Postato il

IMG_3717

Articolo di Giovanni Carfì, immagini sonore di Andrea Furlan

Giovedì 21 luglio, seconda data per il decennale del progetto ideato dal pianista, compositore e arrangiatore Francesco Magnelli; la cornice è quella del Carroponte di Sesto San Giovanni.
Il progetto ruota intorno alla figura della cantante fiorentina Ginevra Di Marco, unica presenza fissa sul palco. Intorno a lei, alcune postazioni sopraelevate accolgono differenti ospiti, che possono liberamente interagire con improvvisazioni, armonizzazioni o, se a loro aggrada, anche restando fermi.

Leggi il seguito di questo post »

Post-CSI – Breviario partigiano (Tannen records/Universal 2015)

Postato il Aggiornato il

Digipack 01

Articolo di Sabrina Tolve.

Ascolto l’album e necessito di cinque minuti buoni in cui rimettere in sesto i pensieri, prima di scriverne a riguardo.
Sono cresciuta e maturata ascoltando i CCCP. Quando ho iniziato ad ascoltarli, erano già finiti, avevano già dato i natali ai CSI e ai PGR, ma ovunque posassi l’orecchio e ogni ascolto mi concedessi, tutti e tre i gruppi mi hanno sempre dato l’impressione di essere estremamente coerenti con sé stessi, come se ci si approcciasse all’infanzia, all’adolescenza e poi alla maturità di un essere con una personalità propria che continuava a dire quel che c’era da dire, senza mezzi termini, con una posizione ben precisa che accoglieva la mia negli estremismi della gioventù. E del mio presente, anche.

Leggi il seguito di questo post »

Gianni Maroccolo e Claudio Rocchi – Vdb23 / Nulla è andato perso (Ala bianca, 2015)

Postato il Aggiornato il

vdb23nulla-è-andato-perso-cover

Articolo di Nadia Merlo Fiorillo

Via dei Bardi 32, a Firenze, è l’indirizzo della nascita dei Litfiba fondati da Gianni Maroccolo, anima della band fiorentina, produttore dei CCCP, bassista dei CSI prima e dei PGR poi, dei Marlene Kuntz e producer di Diaframma, Yo Yo Mundi e Statuto, tra gli altri. Marok è stato la storia della migliore cultura underground musicale italiana e sigillo di importanti progetti indipendenti, quando ancora il termine indie possedeva una reale vocazione alternativa, storia che nelle sue intenzioni doveva confluire in un disco solista, Vdb32 – Storie di un suonatore indipendente.

Leggi il seguito di questo post »