Cerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Perturbazione

Gigi Giancursi e Carlo Pinchetti @ Ink – Bergamo, 5 settembre 2020

L I V E – R E P O R T


Articolo di Luca Franceschini

Normalmente ti viene da fare un disco se ti escono fuori le canzoni. Negli ultimi anni però la vita del musicista mi stava stretta, nel senso che mi sembrava si perdesse più tempo a propagandare se stessi piuttosto che a scrivere canzoni. Mi sono dato un po’ dello scemo da solo e Antonio Bardi dei Virginiana Miller una volta mi ha detto: “Ma tu sei un talebano!” che pensandoci è la definizione migliore per me!”. Di Gigi Giancursi non si avevano più notizie da qualche tempo. Nel 2017, a più di un anno dallo split coi Perturbazione aveva fatto uscire “Cronache dell’abbandono”, il primo vero lavoro da solista se si esclude il materiale pubblicato sotto il monicker di Linda & the Greenman. Come lui stesso ha detto, è stato pubblicato in sordina, “senza farlo troppo sapere in giro”, per usare le sue parole. Chi segue Offtopic e il sottoscritto probabilmente si ricorderà la recensione che avevo fatto all’epoca (potete rileggerla qui), e in effetti in quell’occasione era stato proprio lui a mandarcelo in anteprima, nel caso avessimo avuto voglia di recensirlo.
Era un bel disco ma non se ne fece molto: qualche data in giro (venne a Milano ma purtroppo non riuscii ad andarci) e poi più nulla, obbedendo alla regola secondo cui si parla quando se ne sente davvero l’urgenza, quando si ha davvero qualcosa di valido da dire. Dall’anno scorso, comunque, lo si può trovare anche in streaming: “L’ho pubblicato su Spotify e sulle varie piattaforme perché mi sarebbe sembrato un suicidio non farlo! Ma non rinnego nulla di quel che ho fatto: avevo bisogno di seguire il mio percorso, a prescindere dal fatto che fosse una cosa giusta o sbagliata, serviva a me, per una volta volevo che fosse solo la musica a parlare e non tutto quello che le sta attorno. Questa cosa ha avuto anche dei lati positivi perché mi ha obbligato a scrivere a tutti quelli che io pensavo sarebbero stati interessati al disco e quindi per un volta ho utilizzato i social in maniera utile.
Da qualche tempo Gigi è tornato a suonare ed è in fondo il motivo per cui vi stiamo raccontando queste cose: questa sera si sarebbe esibito a Bergamo e, complice la presenza di Carlo Pinchetti, che gli avrebbe aperto il concerto, mi sono trovato con loro due, seduti ad uno dei tavoli all’aperto dell’Ink, il locale che, assieme a Druso ed Edoné, è uno dei centri propulsori dell’attività live della città. Non è stata una vera e propria intervista perché il clima era conviviale e si è chiacchierato liberamente del più e del meno spaziando per vari argomenti.

Continua a leggere “Gigi Giancursi e Carlo Pinchetti @ Ink – Bergamo, 5 settembre 2020”

Perturbazione @ Porte Aperte Festival, Cremona – 22 agosto 2020

L I V E – R E P O R T


Articolo di Luca Franceschini

Stiamo lentamente tornando ai concerti ma non è la normalità. La pandemia potrà anche essere sotto controllo (per lo meno dalle nostre parti) ma non è finita e il presente che stiamo vivendo in questi mesi è difficile da definire. Non si tratta di una nuova normalità (perché è improbabile che, a livello di spettacoli dal vivo, saremo per sempre messi così) ma neppure di un periodo di transizione (perché non si possono fare previsioni su un’eventuale sconfitta del virus). Occorre rassegnarci: stiamo vivendo un qualcosa che non conosciamo ancora, all’interno di uno scenario complesso e per molti versi impossibile da interpretare. Viviamo quello che c’è e viviamolo alla grande, perché comunque quello che c’è è tanto e bisogna trattarlo come un dono.
È anche e soprattutto in quest’ottica che il ritorno sul palco dei Perturbazione, sabato scorso a Cremona, è stato qualcosa di meraviglioso. Ce li ricordiamo tutti aver posticipato più di una volta il loro nuovo disco, quello del ritorno in pista dopo quattro anni di hiatus, quello della nuova avventura con Ala Bianca, quello del (possiamo definirlo così) “ritorno alle origini” dopo le esplorazioni sonore dei due lavori precedenti. Un gran bel disco, abbiamo scoperto quando l’hanno finalmente pubblicato, un lavoro lungo e complesso ma allo stesso tempo anche leggero e ispirato, forse come non erano mai stati da tanti anni a questa parte. La cancellazione del tour è stato un brutto colpo perché sarebbe stato giusto che, dopo così tanta lontananza dai palchi, tornassero nella loro dimensione migliore (dal vivo sono tra le migliori realtà italiane, secondo me) con un progetto solido e credibile.

Continua a leggere “Perturbazione @ Porte Aperte Festival, Cremona – 22 agosto 2020”

Il Premio Tenco: cosa pensano i finalisti?

I N T E R V I S T A


Articolo di Iolanda Raffaele

Il Premio Tenco: un appuntamento musicale storico ed imperdibile. Categorie, artisti e riconoscimenti… ma cosa penseranno i finalisti?.

Parlare del Premio Tenco e degli artisti selezionati per le varie categorie in questa edizione 2020 è sicuramente emozionante e ha un sapore tutto particolare. Il passare del tempo, la musica oltre tanti ostacoli, la memoria di Luigi Tenco e di un pezzo di storia che è dentro e fuori i libri della vita. Il Coronavirus e le conseguenze disastrose della pandemia non hanno fermato la costanza e la voglia di rinnovare appuntamenti storici così ricchi di significato per tante generazioni. Le categorie sono sei e il Teatro Ariston di Sanremo sarà il luogo di consegna delle Targhe Tenco ai vincitori.

Continua a leggere “Il Premio Tenco: cosa pensano i finalisti?”

Perturbazione: Il nostro film su amore e disamore – Intervista

I N T E R V I S T A


Articolo di Luca Franceschini 

Quattro anni fa il mondo della musica era completamente diverso. Lo streaming non era ancora dominante negli ascolti, il cd era in crisi ma esisteva ancora una qualche velleità di farne sopravvivere la funzione, i Thegiornalisti erano un gruppo Indie solo un po’ più famoso degli altri, la rivoluzione che un disco come “Mainstream” di Calcutta avrebbe innescato era appena agli inizi e il Rap italiano solamente un genere tra gli altri. Nel 2016 i Perturbazione erano nel pieno della svolta Pop, si era rotto il sodalizio con Gigi Giancursi ed Elena Diana, “Le storie che ci raccontiamo” proseguiva nella direzione di “Musica X” ma era di fatto il primo lavoro realizzato con una formazione rimaneggiata e il possibile inizio di un nuovo capitolo. Alla fine si è rivelato essere un semplice lavoro di passaggio, come lo stesso Tommaso Cerasuolo mi ha detto alla fine dell’intervista che state per leggere. Le soluzioni moderne in fase di produzione, con l’arruolamento di un fuoriclasse come Tommaso Colliva, il featuring con un allora nastro nascente come Ghemon, unitamente ad una scrittura ad alti livelli come sempre, non sono serviti a molto: probabilmente il pubblico non era disposto ad accettare i Perturbazione in quella veste, quell’abbandono dei toni agrodolci e delle bedroom songs a la Belle and Sebastian aveva scosso gli animi molto più del previsto. Fu un tour difficile: non molte date e complessivamente meno gente di prima, quando ancora in qualche modo si sfruttava l’onda lunga di Sanremo.

Continua a leggere “Perturbazione: Il nostro film su amore e disamore – Intervista”

Perturbazione – (dis)amore (Ala Bianca Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Cinzia D’Agostino

Non è facile per me scrivere dei Perturbazione, il gruppo storico di Rivoli attivo sin dagli anni 90, nonché la band che mi ha accompagnato e fatto commuovere più di chiunque altro con il loro cantautorato puro e divertente; fiumi di emozioni avvolgevano le nottate solitarie con la voce dolce e sognante di Tommaso Cerasuolo che pareva quasi abbracciarti per darti consolazione.
Ne è passata di acqua sotto i ponti, una lunga carriera, la svolta stilistica,  Sanremo, il tormentone di “l’Unica” e poi… un altro cambiamento, l’uscita dal gruppo del chitarrista Gigi Giancursi e della violoncellista Elena Diana. È da allora che ho abbandonato un po’ gli ascolti di questo gruppo a me così caro, forse perché le ultime uscite di scena un po’ di vuoto lo hanno lasciato, vuoto che questo ultimo disco (dis)amore pubblicato il 29 Maggio, non ha ancora saputo colmare completamente.
L’impressione è quella di un lavoro molto più introspettivo, concepito visceralmente e per questo molto puro ma un tantino rimuginato, quasi si percepisse un’insicurezza di fondo, uno smarrimento probabilmente dovuto dall’assenza di una forza esterna che li conducesse a mettere ordine, a razionalizzare e a sfoltire.

Continua a leggere “Perturbazione – (dis)amore (Ala Bianca Records, 2020)”

Cristiano Lo Mele – La Passione di Anna Magnani (Ala bianca, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Luca Franceschini

I Perturbazione ci mancano tantissimo ma per fortuna stanno per tornare. Nell’attesa, potrebbe essere utile dare un ascolto a questo disco: certo, gli amanti della band di Rivoli non vi troveranno le stesse sonorità ma vale comunque la pena lasciarsi incuriosire. Cristiano Lo Mele, che dopo la dipartita di Gigi Giancursi è rimasto l’unico nel gruppo deputato a questo ruolo, ha realizzato quello che lui stesso ha definito il suo “esordio da solista”. L’occasione è delle più singolari: l’uscita de La passione di Anna Magnani, documentario di Enrico Cerasuolo, di cui Cristiano ha scritto la colonna sonora.
I più attenti si ricorderanno bene del regista: Enrico, oltre ad essere il fratello di Tommaso, cantante e paroliere dei Perturbazione, è anche colui che sedeva dietro la macchina da presa quando girarono il loro primo video, Il senso della vite (che appartiene anche al loro periodo più fortunato).


Continua a leggere “Cristiano Lo Mele – La Passione di Anna Magnani (Ala bianca, 2019)”

Perturbazione @ La salumeria della musica, Milano – 26 Febbraio 2016

IMG_7783

Articolo di Luca Franceschini, immagini sonore di Andrea Furlan

L’inizio di un tour non è mai il momento migliore per saggiare la salute di una band, considerati i comprensibili problemi di rodaggio, ma allo stesso tempo è fonte di irresistibile curiosità per i fan più affezionati, che non vedono l’ora di scoprire come il loro gruppo preferito si presenterà dal vivo, come suoneranno le nuove canzoni, quali brani vecchi saranno ripescati, ecc.
Continua a leggere “Perturbazione @ La salumeria della musica, Milano – 26 Febbraio 2016”

Perturbazione: c’è una misura tra quello che siamo e quello che raccontiamo

PERTURBAZIONE_9243

Intervista di Luca Franceschini

Con preziosi interventi di Simone Nicastro

Abbiamo appena parlato del nuovo disco dei Perturbazione, “Le storie che ci raccontiamo“, che li riconferma, nonostante tutti i cambiamenti, come una delle band migliori che al momento ci sono in Italia.
Esattamente una settimana dopo l’uscita del disco, Tommaso, Rossano, Cristiano e Alessandro sono stati intervistati da Gianni Sibilla nella ormai consueta cornice della Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano.

Continua a leggere “Perturbazione: c’è una misura tra quello che siamo e quello che raccontiamo”

Perturbazione – Le storie che ci raccontiamo (Mescal, 2016)

copertina_DEF_ESECUTIVO

Articolo di Luca Franceschini.

C’erano diverse incognite per quello che doveva essere il nuovo disco dei Perturbazione. Lo split con il chitarrista Gigi Giancursi e con la violoncellista e tastierista Elena Diana, reso pubblico subito dopo la fine del tour di “Musica X”, aveva scosso piuttosto profondamente fan e addetti ai lavori.
Continua a leggere “Perturbazione – Le storie che ci raccontiamo (Mescal, 2016)”

WordPress.com.

Su ↑