Miami & The Groovers @ Spazio Teatro 89 – Milano, 29 Ottobre 2016

Postato il

img_8092

Live report e immagini sonore di Andrea Furlan

The lights are going out but you can hear the sound, People are standing in line to see the show tonight, Spread the word around the boys are back in town, They drove four hundred miles just like devils in in paradise.
(The last rock and roll band)

Sabato sera. Spingo forte sull’acceleratore, sono in ritardo. La tangenziale non mi fermerà. Nel lettore le note potenti di The Ghost King fanno salire l’adrenalina. So già cosa mi aspetta, ho seguito molte date della band di Rimini, tanto da conoscere a menadito uno dei più dirompenti live act in circolazione. La loro è una macchina da guerra perfettamente rodata dalla marea di chilometri percorsi per portare in scena il rock’n’roll, quel rito pagano che toglie i peccati del mondo. I Miami & The Groovers lo incarnano come pochi in Italia, fuori dalle mode, lontani dal mainstream, forti solo di una passione bruciante e contagiosa.

img_8093

Arrivo appena in tempo a Spazio Teatro 89, una delle più belle location milanesi, cornice di molti, entusiasmanti, spettacoli. Faccio appena in tempo a preparare la reflex che si spengono le luci e le casse diffondono le note di The dreamer di The Tallest man on earth. Sun is setting, shadows growing, a long cast figure will turn into night, it’s like nothing in this world ever sleeps. Inizio così il viaggio nel cuore del sabato sera e dimentico ogni altra cosa. La band fa il suo ingresso sul palco accompagnata dal caloroso applauso del pubblico. La festa comincia sugli accordi possenti di Back to the wall, inizio strepitoso di una scaletta che sciorina il ricco ventaglio composto da irresistibili anthem, ballate di elevata intensità emotiva e velocissimi up-tempo speziati di folk, il tutto servito con straordinaria compattezza e precisione. La rocciosa sezione ritmica di Luca Angelici e Marco Ferri è il cuore pulsante di un solido sound inglese sul cui impianto hanno facile gioco la chitarra ficcante di Beppe Ardito e l’ordito prezioso delle tastiere di Alessio Raffaelli. La grande presenza scenica di Lorenzo Semprini chiude il cerchio, come sempre mattatore dalla comunicatività magnetica e catalizzatore di energie positive.

img_8076

Inutile dire del grande feeling con la platea: ai lati del palco si balla, si suda, si gioisce, si spurgano mente e corpo da ogni impaccio. Aria di festa e libertà, respirate a pieni polmoni! Da ricordare alcuni numeri eccellenti: una epica, tiratissima Point blank, le immancabili Hallelujah man e We’re still alive, il fantastico assolo di Beppe Ardito in Sliding doors, la voce di Lorenzo in Baba O’Riley (mai così bella, da fare invidia a Roger Daltrey), lo sprint di Good things. Da segnalare altresì la partecipazione del bravo Carlo Ozzella alla voce in un paio di brani e la novità dell’inserimento di Stefano Re alla chitarra al posto di Ardito che ha annunciato (ahimè) di separarsi dal gruppo per qualche tempo, causa impegni lavorativi. Beppe, mi raccomando, sei una delle colonne portanti dei Miami, la tua presenza è indispensabile!

img_8111

Finisce il concerto, si spengono luci, resta solo il tempo per salutare gli amici e darsi appuntamento alla prossima volta. Torno alla strada, mi rituffo in tangenziale, a quest’ora quasi deserta. Ancora una volta mi sono salvato la vita. Fossero davvero l’ultima rock’n’roll band a salire su un palco, sarei soddisfatto! I Miami & The Groovers interpretano il rock con vitalità e freschezza, trasudano energia e voglia di vivere. Cosa chiedere di più? Grazie ragazzi!

img_8134

img_8213

img_8277

img_8361

img_8468

img_8122

img_8240

img_8256

img_8243

img_8381

img_8502

img_8523

img_8393

img_8206

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...