EX – Muta ***esclusiva streaming***

Postato il Aggiornato il

Articolo curato da ElleBi

Una chitarra, una batteria, menti che sognano il rock’n’roll; così, in un garage della provincia di Avellino, sono nati gli Ex, un duo rock blues, in italiano, con influenze cantautoriali.
Il loro primo EP è stato prodotto da Rolling Stone Italia nel 2015.
Hanno aperto, tra gli altri, i concerti de I Ministri e One Dimensional Man.

L’uscita del primo disco, prodotto da Smav Factory e registrato presso il Monnalisa Studio sotto la guida di Federico Carillo, prevede l’allargamento della formazione.
Gli Ex sentono la necessità, infatti, di esplorare un sound più vario e inclusivo, che possa declinare al meglio il risultato delle influenze emerse durante la lavorazione dell’album.
Bumaye, questo è il suo titolo, ci viene presentato così:
“un campionario di sconfitte e di sconfitti.
Storie diverse che parlano una lingua comune: quella di chi è vinto, da tutto e da tutti.
Uno sguardo su quello che non vogliamo vedere, in noi e intorno a noi”.

Contattato da Off Topic, Gabriele Troisi (Voce, chitarra, tastiera) ci ha raccontato la loro evoluzione:
“Io e Dani
(Daniele Carullo – Batteria) abbiamo iniziato a suonare in maniera abbastanza casuale.
In passato avevamo fatto parte di formazioni, diciamo, liceali e ci divertivamo a fare cover, ma a distanza di tempo ci siamo ritrovati a suonare solo noi due, più per stare insieme che altro.
Alla fine però abbiamo iniziato a buttar giù le nostre prime canzoni, che poi sono quelle finite nel nostro ep e nei nostri live.
Per questo disco invece siamo usciti dalla dimensione “garage” (nel vero senso della parola, perché provavamo nel garage di Daniele) e abbiamo ragionato sulla veste che volevamo dare alle canzoni:
il passaggio ad una formazione più ampia rispetto a quella del duo è stata una naturale conseguenza.
Ne è venuto fuori un disco che contiene sì storie personali, ma racconta anche del posto da cui veniamo nella misura in cui questo si riflette sulle nostre vite”.

Abbiamo il piacere di offrirvi lo streaming esclusivo del  singolo “Muta”, che uscirà a maggio.
Si tratta di una struggente, intensa, lenta, ma a tratti anche energica, ballata rock in rima.

La voce, che riesce a farsi delicatamente sofferente, oltre che sempre poetica, fa risaltare ancor meglio note che con dosata “pesantezza” scandiscono al meglio lo stato emotivo del protagonista.
Nella mente la pelle nuda, la schiena scarna e muta di lei, il cui corpo rimane un ricordo “sacro”, come fosse un tempio.
Nel cuore e nella testa la triste reminiscenza di un amore che sembrava poter portare lontano ma non ha fatto altro che chiudere gli occhi (di lui).
Eppure, nonostante lei continuamente uccida quest’amore e la sua memoria, senza interruzione alcuna viene a tormentare il presente, pregiudicando anche il futuro…

È come in un vortice
Un cerchio piatto senza fine
Uccidi ma lo so
Che ci ricascherò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.