Articolo di Antonio Spanò Greco

Quarta edizione di Bellinzona Blues Sessions, la rinomata rassegna blues nata dalle ceneri del leggendario Piazza Blues; Piazza del Governo e le incantevoli stradine del centro storico si animeranno di appassionati della musica del diavolo e anche di tanti curiosi che vogliono ascoltare buona musica e ballare in compagnia. Dal 21 al 23 giugno la cittadina svizzera famosa per i suoi castelli vedrà esibirsi bluesman di fama internazionale accanto ad artisti locali e della vicina Italia: tredici concerti completamente gratuiti con il contorno di mercatini a tema, street food e punti bar disseminati un po’ ovunque; tredici concerti che, come spiega la direzione artistica, vogliono creare una sorta di viaggio nel mondo del blues e presentare al pubblico la più ampia varietà di stili di cui questo genere è caratterizzato.

I nomi di punta di questa edizione sono Mud Morganfield, qui in esclusiva europea, primogenito del leggendario Muddy Waters, Joe Louis Walker icona vivente del blues contemporaneo, Sugaray Rayford con il suo possente blues soul, il progetto Mamou Blues composto dal carismatico Corey Harris e dalle stelle del roots blues Alvin Youngblood Hart e Cedric Watson; Carl Sonny Leyland e il suo boogie woogie e piano blues in solo e in compagnia del famoso armonicista italiano Egidio Ingala e la sua band i The Jacknives e Nico Duportal & His Rhythm Dudes con il loro roll blues anni 50. Accanto a questi artisti molto noti anche ai non affezionati si aggiungono artisti locali come JC Harpo armonicista da oltre 30 anni sulla scena svizzera che si esibirà con il gruppo italiano di rock blues texano Ardy Blues Band, il gruppo Band Of Brothers creato apposta per il festival e composto da artisti svizzeri provenienti da diverse esperienze e l’ensemble The Red Hot Serenaders Orchestra, 7 musicisti svizzeri che ci porteranno a New Orleans coni i loro suoni dixiland, bluegrass, swing e blues. L’Italia oltre ai bluesman già citati è rappresentata con la partecipazione della T-Rooster Band, reduce da consensi anche fuori dal campo nazionale e dell’armonicista Marco Pandolfi che si esibirà con Greg Izor con cui ha recentemente inciso un album negli USA che ha riscosso pareri molto positivi. In ultimo da segnalare anche la partecipazione del duo spagnolo The Suitcase Brothers dei fratelli Santos e Victor Puertas, considerati uno dei più importanti esponenti del blues acustico in Europa.

Anche quest’anno Coopaso Music Events è riuscita nell’intento prefissato e c’è da scommettere poco sulla riuscita delle serate: sarà sicuramente un successo come le precedenti edizioni.