Andrea Furlan

Cheap Wine @ Spazio Teatro 89 – Milano 4 Ottobre 2014

Postato il Aggiornato il

IMG_4530

Testo e immagini sonore di Andrea Furlan

Una città di straccioni, scura come la notte, popolata da anime randagie in cerca di ristoro. La fuga non è possibile, non è prevista. La realtà è spietata, vivere un atto di eroismo quotidiano. Rabbia e disillusione sono l’unico cibo disponibile, ma, anche quando sembrano avere il sopravvento, rimane comunque un filo di speranza cui aggrapparsi. Se non fosse così, resterebbe solo la follia.

Leggi il seguito di questo post »

Bap Kennedy: dall’Irlanda con Hank Williams ed Elvis Presley nell’anima

Postato il Aggiornato il

IMG_9653

Intervista di Fabio Baio Baietti e Andrea Furlan 

Irlandese di Belfast, Bap Kennedy vanta una carriera davvero invidiabile: cinque album con gli Energy Orchard, gruppo di rockers che una volta sbarcato a Londra è diventato una leggenda della scena live, e sei lavori solisti che gli hanno permesso di incontrare tre mostri sacri della musica. Quanti possono inserire nel proprio curriculum la collaborazione con Steve Earle, Van Morrison e Mark Knopfler? La sua musica è un ponte tra il tradizionale folk irlandese e l’America del country più genuino di Hank Williams, passando per il rock primigenio di Elvis Presley. Recentemente è stato in tournée in Italia per promuovere il nuovissimo Let’s start again. Lo abbiamo incontrato prima del concerto all’Una e Trentacinque Circa di Cantù (di cui vi abbiamo già parlato qui). Ne è scaturita una chiaccherata molto cordiale che ci ha rivelato come Bap sia una persona davvero simpatica e disponibile.

Leggi il seguito di questo post »

Phil Cody – Cody sings Zevon (2014 – Appaloosa Records/IRD)

Postato il Aggiornato il

IMG_1640

Articolo di Andrea Furlan

Quando l’ombra stava scendendo inesorabile sulla sua vita, Warren Zevon trovò la forza di comporre un ultimo, struggente album. The Wind è stato una sorta di testamento, un’ultima rimpatriata con gli amici per prepararsi al viaggio finale. Si accomiatò con compostezza e dignità come solo i grandi sanno fare. Tienimi nel cuore ancora un po’ sono le sue ultime parole, cantate in forma di preghiera, quasi avesse paura di essere dimenticato. Naturalmente ciò è impossibile, tanto l’uomo e l’artista hanno significato per la musica. Le sue canzoni sono un patrimonio da tutelare, un’eredità da custodire gelosamente e conservare con amore.

Leggi il seguito di questo post »

Paolo Saporiti – Paolo Saporiti (2014 – Orange Home Records)

Postato il Aggiornato il

Paolo Saporiti - Paolo Saporiti (2014)

Articolo di Andrea Furlan

Mi piacciono i dischi che suscitano forti emozioni. Mi piacciono i dischi che costringono a prendere posizione, a scegliere da che parte stare, che in nessuna maniera lasciano indifferenti e puntano dritto all’estremo coinvolgimento dei sensi. Dischi che regalano un’esperienza unica e totale, che non fanno sconti e impongono a chi li ascolta un rapporto esclusivo. Puoi tanto amarli quanto odiarli dischi così, di certo lasciano in te un segno indelebile. Se li ami è perché resti affascinato dai loro suoni, dai loro colori, dalla loro atmosfera; se li odi è perché ti mettono all’angolo e ti costringono a fare i conti con te stesso. Vanno in profondità per raggiungere anche le corde più nascoste del tuo intimo. Quando tutto ciò si avvera, come nel caso in questione, la fascinazione che ne deriva è per me pressoché immediata!

Leggi il seguito di questo post »

Paolo Saporiti ci racconta il suo primo disco in italiano

Postato il Aggiornato il

Paolo Saporiti1

Intervista di James Cook e Andrea Furlan

Abbiamo incontrato Paolo Saporiti a Milano, qualche giorno prima della pubblicazione del suo nuovo album omonimo, il primo cantato in italiano. Ne è uscita un’interessante intervista che, partita da alcune anticipazioni sul disco, è finita col diventare un intenso fotogramma dall’interno di uno dei cantautori “atipici” più interessanti dell’attuale scena italiana…

Leggi il seguito di questo post »

Hugo Race @ 75 Beat – Milano – 24 Marzo 2014

Postato il

IMG_9276

Testo di ElleBi
Immagini sonore di Andrea Furlan

Ci sono uomini che hanno nel dna una classe e un magnetismo ai quali è difficile sfuggire. Osservo con occhio inizialmente distratto un gruppetto di persone che sta per entrare al 75 Beat. Il mio sguardo però si ravviva immediatamente nel momento in cui intravedo una figura elegante che, avanzando con passo lento e dinocollato, attrae inesorabilmente la mia attenzione. E’ Hugo Race, cantante, musicista e produttore australiano, giramondo per vocazione. Nella sua lunga carriera ha collaborato con centinaia di musicisti impegnandosi in decine di progetti. Dagli inizi con Nick Cave & the Bad Sees fino al recentissimo album con i Dirtmusic, progetto interculturale registrato a Bamako, Mali.

Leggi il seguito di questo post »

Malcom Holcombe @ The Social – Varese – 21 Marzo 2014

Postato il Aggiornato il

IMG_8764

Testo di Fabio Baio Baietti
Immagini sonore di Andrea Furlan

Non si esce vivi da un concerto di Malcolm Holcombe. Nessun singalong, tantomeno claphands o piedi che tengono il tempo. Nemmeno il dolce fluire di tiepide melodie autunnali. E’ un ritrovarsi giù al fiume, per aggrapparsi ai propri sogni, ma non è una festa di gruppo. Piuttosto un camminare al buio verso la riva, la luce fioca di una Luna che di romantico ha ben poco. Leggi il seguito di questo post »