Cerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Giovanni Tamburino

Fast Animals and Slow Kids – Come reagire al presente (BeccoGiallo, 2020)

L E T T U R E


Articolo di Giovanni Tamburino

È una giornata come tante nella campagna umbra, una giornata come tante per i quattro amici che portano fuori dal casolare e caricano sul furgone gli strumenti per una serata come tante altre. I Fast Animals and Slow Kids si preparano al concerto parlando, ridendo e cazzeggiando in quello che nell’ultimo decennio è diventato un rituale preparatorio per loro.
Una giornata come tante altre, un concerto come tanti altri, eppure qualcosa inizia a stonare. Qualcosa aleggia dentro e fuori dalle teste dei musicisti più perugini del vecchio stivale, sconvolgendo un equilibrio che si rivela più precario di quanto i fan da sotto il palco possano immaginare. Cosa può salvare dal collasso l’esperienza FASK?

Continua a leggere “Fast Animals and Slow Kids – Come reagire al presente (BeccoGiallo, 2020)”

Paolo Bontempo, Gianluca Dario Rota – Giugno (Sperling & Kupfer, 2020)

L E T T U R E


Articolo di Giovanni Tamburino

Il periodo dell’anno tra giugno e settembre ha un tempo tutto suo, un valore tutto suo. Qualunque ostacolo impedisca il suo forsennato svolgimento ha il peso del peccato più efferato contro natura, è un furto imperdonabile di secondi che non torneranno. Deve correre, pazzo e implacabile.

Continua a leggere “Paolo Bontempo, Gianluca Dario Rota – Giugno (Sperling & Kupfer, 2020)”

Ubba Bond, Mangiasabbia (autoprodotto, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Giovanni Tamburino

Ci sono dischi di cui non si ha la minima idea di come parlarne.
Sono quei dischi che ad un primo ascolto ti dici che hai afferrato il concetto, che sei pronto a buttar giù i classici tre scroll per spiegarlo.
Quegli stessi dischi che, invece, appena ti prepari a scrivere ti sbattono in faccia che non hai capito assolutamente nulla. Il foglio bianco sta lì e ti fissa con il suo sarcasmo spietato e se la ghigna mentre l’unica cosa che puoi fare per togliertelo di torno è cercare un preambolo abbastanza credibile per spezzare il blocco mentale che ti afferra ogni volta che realizzi la tua incompetenza.
Mangiasabbia degli Ubba Bond è quel disco. Quel maledetto e meraviglioso disco.

Continua a leggere “Ubba Bond, Mangiasabbia (autoprodotto, 2020)”

Claver Gold & Murubutu – Infernvm (Glory Hole Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Giovanni Tamburino

Da una selva sonora di scratch e basi strumentali sinistre iniziano a riecheggiare alcune tra le terzine più celebri del viaggio che stiamo per intraprendere in maniera ben diversa dai tempi dei banchi di scuola.
Il 31 marzo, in occasione della ricorrenza della fine della prima parte del viaggio di Dante Alighieri, con Selva Oscura si apre INFERNVM, il joint album di Claver Gold e Murubutu, maestri e protagonisti assoluti dello storytelling all’italiana, che non fanno mistero della passione per la penna del Sommo Poeta e ci fanno incontrare con uno sguardo nuovo la celebre cantica della Divina Commedia.

Continua a leggere “Claver Gold & Murubutu – Infernvm (Glory Hole Records, 2020)”

La metropoli e la Parola: quattro chiacchiere con Carlo Corallo

I N T E R V I S T A


Articolo di Giovanni Tamburino

Ho appena messo fuori dal frigo birra e altre cose da bere quando suonano al citofono. È arrivato.
Vado ad aprire e sorrido pensando che Carlo Corallo, uno dei rookie dello storytelling italiano, indicato da Murubutu come una delle promesse del genere, con il primo album appena sfornato, è la stessa persona con cui ho passato le ricreazioni a parlare di musica al liceo classico Umberto I di Ragusa, pomeriggi a base di giochi di ruolo in un garage polveroso e serate nei pub che ci hanno visto crescere e che ci ritrovano ogni volta che torniamo da Milano per le vacanze.
Mentre sto lì a divertirmi e sentirmi un po’ un vecchio con questi pensieri, Carlo è alla porta. Ci salutiamo, lo faccio entrare e gli riempio il bicchiere mentre ci buttiamo sui divani di casa mia e iniziamo a chiacchierare di come vanno l’università e le nostre vite, prima di arrivare al motivo dell’invito e iniziare.

Continua a leggere “La metropoli e la Parola: quattro chiacchiere con Carlo Corallo”

Ernesto Anderle – Murubutu – RAPconti illustrati (BeccoGiallo, 2020)

L E T T U R E


Articolo di Giovanni Tamburino

Cos’è una canzone? Cosa nasce da un paio di cuffie, attraversa timpani, terminazioni nervose e arriva fino al cervello? Cosa arriva nella dimensione più profonda di chi ascolta e tocca qualcosa che, per comodità (ma che i veri appassionati non dovranno nemmeno sforzarsi per riuscirci), potremmo chiamare anima?
Ritmo, suono, parole. Poi ancora sensazioni, ricordi.
Immagini.
Distinte, annebbiate, evocative e ancora familiari o distorte. Dai padiglioni auricolari alla cornea senza nemmeno farci caso.
Troppo teorico, troppo poetico?
Eppure Alessio Mariani, aka Murubutu, sembra abbastanza convinto di questo nel lanciare il suo ultimo singolare featuring.

Continua a leggere “Ernesto Anderle – Murubutu – RAPconti illustrati (BeccoGiallo, 2020)”

Carlo Corallo – Can’tautorato (One Shot Agency, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Giovanni Tamburino

Voci indistinte e i rumori della compagnia che sfocano sullo sfondo mentre il piano e la voce prendono la parola: così Carlo Corallo si presenta con Can’tautorato, il suo primo album, sfornato da casa One Shot lo scorso 13 dicembre dopo l’ep Dei Comuni e l’uscita del singolo Amari un po’.
L’ingresso nella scena della new entry ragusana è pacato quanto singolare: nessun tentativo di adolescenziale autoaffermazione, nessuno stereotipo da macho hip hop.

Continua a leggere “Carlo Corallo – Can’tautorato (One Shot Agency, 2019)”

Weathering with you – di Makoto Shinkai – nelle sale solo il 14, 15 e 16 ottobre

C I N E M A


Articolo di Giovanni Tamburino

Hodaka ha 16 anni ed è scappato di casa alla volta di una Tokyo avvolta ormai perennemente dalla pioggia. Si lascia alle spalle la sua isola e il suo passato, disposto a tutto pur di non rimetterci piede. Questa promessa viene messa alla prova fin dal primo momento in cui mette piede nella metropoli che sembra non abbia nessuna intenzione di rendergli la vita facile.
Dopo le prime difficoltà riesce a trovare un lavoro, ma a cambiare veramente la sua esistenza è l’incontro con Hina, una ragazza che vive col fratello e cela un segreto collegato al clima folle di quell’estate giapponese.

Continua a leggere “Weathering with you – di Makoto Shinkai – nelle sale solo il 14, 15 e 16 ottobre”

Roger Waters. Us + Them – Il film concerto

C I N E M A


Articolo di Giovanni Tamburino

Già semplicemente sentire il nome di Roger Waters basterebbe a far accorrere una moltitudine di gente da ovunque, una chilometrica lista di categorie umane messe insieme dal grande punto di non ritorno nella storia della musica che prende il nome di Pink Floyd. Eppure la storia dello storico bassista non si esaurisce con la rivoluzione portata avanti con Mason, Barrett, Gilmour e Wright, ma si dilata nelle decadi successive, trovando nuovi terreni da esplorare e linfa nuova per i lavori che già lo avevano consacrato all’Olimpo della musica e non solo.

Continua a leggere “Roger Waters. Us + Them – Il film concerto”

WordPress.com.

Su ↑