Cerca

Off Topic

Voci fuori dal coro

Tag

Giovanni Tamburino

Murubutu @ Magazzini Generali, Milano – 7 marzo 2019 [opening Carlo Corallo]

L I V E – R E P O R T


Articolo di Giovanni Tamburino, immagini sonore di Alessandro Pedale

Mentre consumiamo quella che ormai è la tradizionale cena a base di focacce prese all’Esselunga davanti ai Magazzini Generali, iniziamo a vedere la gente che si affretta verso il luogo dell’evento. La fila all’ingresso non è molto lunga al momento dell’apertura, ma il sold out è annunciato e il locale non ci mette molto a riempirsi. È un’occasione speciale: uno dei primi concerti in un club del prof. Alessio Mariani aka Murubutu, alle prime battute del tour promozionale per Tenebra è la notte ed altri racconti di buio e crepuscoli, il suo ultimo disco uscito il 1° febbraio per Mandibola Records.

Oltre ad essere numeroso, il pubblico è estremamente vario sia a livello umano – gente evidentemente vestita secondo i codici della scena rap più dura e pura fino a quelli che hanno tutta l’aria di essere metalheads rodati – che per età, da ragazzini a padri di famiglia. Prove più che evidenti per dimostrare come il protagonista della serata si distingua nell’ambiente musicale da cui emerge e come sia riuscito a conquistarsi un seguito ampio e lontano dai canoni del mainstream.

Continue reading “Murubutu @ Magazzini Generali, Milano – 7 marzo 2019 [opening Carlo Corallo]”

Murubutu – Tenebra è la notte ed altri racconti di bui e crepuscoli (Mandibola Records, 2019)

Articolo di Giovanni Tamburino

Il frinire dei grilli. Poi gli archi. Seguono voci tribali e alla fine di questo crescendo si impone sulla scena la voce grave del Maestro.
È questo il preludio del nuovo lavoro del prof. Alessio Mariani in arte Murubutu: Tenebra è la notte ed altri racconti di bui e crepuscoli, chiara citazione dall’opera di Fitzgerald Tenera è la notte. Dopo i concept album sul mare e sul vento, un’antologia di narrazioni con protagonista assoluta la Notte, tra storia, mito, letteratura e astronomia, in un viaggio dai classici alla letteratura contemporanea, dal racconto popolare a storie di vita vissuta. Sempre la stessa eppure mai uguale, capace di celare forme allo sguardo e di mostrarne altre, mutandone persino la natura, tiranna e madre di gente che nel corso degli eventi si è trovata a rivolgersi a lei, ora viene sviscerata, esaminata nelle varie angolature attraverso gli occhi delle personalità che lo storyteller ha voluto raccontare.

Continue reading “Murubutu – Tenebra è la notte ed altri racconti di bui e crepuscoli (Mandibola Records, 2019)”

John Butler Trio – Home (Jarrah Records, 2018)

Articolo di Giovanni Tamburino
L’incedere allegro del banjo e l’immediata esplosione di gioia di Tahitian Blue apre le danze per la grande festa che è Home: l’ultimo album del John Butler Trio. A quattro anni da Flesh & Blood (2014), il complesso australiano capitanato dal suo omonimo torna con dodici pezzi nuovi di zecca andando a confermare che non ha dimenticato le proprie radici.
Folk, bluegrass e una sana iniezione di spiritual si mescolano ancora una volta con chitarre elettriche e toni sperimentali in una formula di cui il gruppo si può considerare a tutti gli effetti pioniere e veterano.

Continue reading “John Butler Trio – Home (Jarrah Records, 2018)”

L’orgoglio di una mela marcia: The Zen Circus live @ Alcatraz, Milano – 19 aprile 2018

Report di Giovanni Tamburino, immagini sonore di Stefania D’Egidio

Ci si sente quasi dei veterani a saper ormai indovinare quando una serata all’Alcatraz sembra promettere bene. Si vede negli occhi della gente già seduta davanti al palco in quel punto che a breve diventerà l’ombelico del mondo, aprendosi e chiudendosi a ritmo di corpi scatenati, finalmente sguinzagliati dalla foga del pogo. Del resto, va anche ammesso che non ci vuole un profeta per capire che un concerto degli Zen Circus non è posto per stare stesi a farsi le coccole, soprattutto considerando le referenze dell’ultimo loro lavoro: Il fuoco in una stanza, ennesimo successo della trionfale carriera della band pisana.

Continue reading “L’orgoglio di una mela marcia: The Zen Circus live @ Alcatraz, Milano – 19 aprile 2018”

Crystal Kung – Il piccolo vagabondo (Bao Publishing, 2018)

Articolo di Giovanni Tamburino

Un viaggiatore che non riesce più a orientarsi, una pittrice di strada a cui nessuno chiede ritratti e un fotografo alla ricerca di mostri leggendari. E ancora un anziano che passeggia solo su un molo e una ragazza in una città dove tutti vivono con una gabbia per uccelli al posto della testa.

Continue reading “Crystal Kung – Il piccolo vagabondo (Bao Publishing, 2018)”

Punkreas live @ Alcatraz – Milano, 24 marzo 2018

Report di Giovanni Tamburino, immagini sonore di Stefania D’Egidio

Sono le 20 quando i primi arrivati iniziano a posizionarsi davanti la transenna dell’Alcatraz. Inizialmente sono ragazzi di nemmeno vent’anni, ma più gente arriva, più ci si rende conto che la varietà di età e soprattutto umana sarà la protagonista della serata. Tra dreads, giubbotti di pelle e camicie monocromate di chi è appena uscito dall’ufficio, stasera il variegato popolo del punk italiano si è radunato qui per celebrare chi è stato un tempo fu suo figlio prediletto e che ora è diventato a sua volta padre.

Continue reading “Punkreas live @ Alcatraz – Milano, 24 marzo 2018”

Fast Animals and Slow Kids live @ Magazzini Generali – Milano, 9 marzo 2018

Report di Giovanni Tamburino, immagini sonore di Stefania D’Egidio

E’ sera, una delle prime quel minimo piacevoli da potersi godere all’aperto una cena frugale a base di birra e tranci di pizza. Respiriamo quell’aria fresca sul marciapiede davanti i Magazzini Generali sapendo che presto ne sentiremo la mancanza. La serata promette di scaldarsi, una volta varcata la soglia.

Continue reading “Fast Animals and Slow Kids live @ Magazzini Generali – Milano, 9 marzo 2018”

Zerocalcare – Macerie Prime (Bao Publishing, 2017)

Articolo di Giovanni Tamburino
Scenario post-apocalittico, un po’ stile “La strada” di McCarthy. Un vecchio e un bambino custodiscono una memoria che non va assolutamente perduta. Un quaderno che sembra una guida in un mondo più pericoloso di quanto si creda.
Cambio scena. Il Nostro è in treno con l’inseparabile amico armadillo, verso uno degli eventi più sconvolgenti che storia umana abbia mai visto: il matrimonio di Cinghiale.

Continue reading “Zerocalcare – Macerie Prime (Bao Publishing, 2017)”

Robert Plant – Carry fire (Nonesuch records, 2017)

Articolo di Giovanni Tamburino
1968: l’alba di una band destinata a cambiare definitivamente il corso della musica. Esorditi come rapida sostituzione degli Yardbirds, i Led Zeppelin hanno preso in mano il destino del rock, per poi modellarlo e accompagnarlo oltre le decadi e persino oltre loro stessi (onore e gloria a te, John Bonham).

Continue reading “Robert Plant – Carry fire (Nonesuch records, 2017)”

WordPress.com.

Su ↑