Todo Modo – Todo Modo (Goodfellas Records, 2015)

Postato il Aggiornato il

front

Articolo di Savino Di Muro

Todo Modo è il progetto del cantautore Paolo Saporiti, Giorgio Prette, ex batterista degli Afterhours e Xabier Iriondo, chitarrista e polistrumentista degli Afterhours.
Quest’ultimo è il trait d’union fra gli altri due: ha suonato a lungo con Prette e ha prodotto la musica di Saporiti. I tre creano una musica “essenziale”, priva del basso sostituito dalla pedaliera di Iriondo, una sorta di cantautorato noise, con saturazioni aspre e taglienti, a volte disturbanti.
Già nei dischi solisti di Paolo Saporiti c’erano qua e là sonorità deviate: “L’evoluzione della mia collaborazione con Xabier prevedeva il tentativo di unire un mondo fatto di melodia e di chitarra acustica con una sorta di sperimentazione improvvisativa e noise tipica di Xabier e delle sue esperienze precedenti, il tutto per rendere le mie canzoni più contemporanee”.
Il nome scelto è ispirato al film degli anni ’70 di Elio Petri e al romanzo di Leonardo Sciascia dal quale era liberamente tratto.
Nel disco si sente una ricerca sui timbri di chitarra carichi, distorti. Quasi tutti i suoni di questo strumento sono stati registrati in presa diretta, senza ausilio di microfoni o amplificatori. Xabier Iriondo ha cercato di usare pochi colori, “una tavolozza ridotta all’osso, primitiva ma efficace, perché molto personale e diretta, un suono crudo che arriva dritto in faccia”.

todo modo

“Soffocare”, canzone scelta per lanciare l’album di cui è stato girato un video al Carroponte di Sesto San Giovanni, nasce – come afferma Saporiti – “da una sensazione di fastidio e di soffocamento che deriva dal sentirsi vittima di qualcosa, di una scelta che ti viene attribuita, ma di cui non sei stato assolutamente reso partecipe”. Sembra quasi di ascoltare i Subsonica con suoni garage; è un funk sfondato col bit crusher che si evolve con un andamento singolare e si inabissa nel pieno del tumulto.
“Come fossi Dio” ha invece un piglio Afterhours con una grande melodia che sta perfettamente nelle corde vocali di Saporiti.
Molto bella “La pancia di Milano” nella quale si intravede una metropoli sfatta e disillusa che fa da sfondo alle storie dei protagonisti dei testi.
“Puttane e miele” è un pezzo orecchiabilissimo ma disturbante, lineare e sconnesso, forse la traccia che meglio di tutte rappresenta la band. Una sorta di musica cabarettistica rumoristica.
“Il mio amore per te” è la traccia più inusuale, sicuramente tra le più belle del disco. Parte come una canzone d’amore poi cresce drammatica, carica di effetti.
Chiude l’album “L’attentato”, con una delle tematiche del cantautore milanese, quella della violenza e dell’abuso, della prevaricazione e della mistificazione in generale. Si ispira a un fatto avvenuto in Nigeria mesi fa, una bambina si fece saltare, imbottita di esplosivo in un mercato popolare. E’ un monolite noise rock, con una melodia e chitarre che rendono l’aria tesa e citazioni del film di Elio Petri.
I brani di Todo Modo sono frutto della collaborazione tra Paolo, Xabier e Giorgio, tranne che per ‘Togli Le Mani Da Lei’ e ‘L’Attentato’, scritte dal solo Saporiti.
Todo Modo è un album abrasivo e spigoloso, che seduce ascolto dopo ascolto. Band unica ed originale.

Tracklist
01. Soffocare
02. Togli le mani da lei
03. Come fossi Dio
04. La via
05. La pancia di Milano
06. Alle volte
07. Puttane e miele
08. Il mio amore per te
09. L’attentato

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...