The Bloody Beetroots @ Fabrique, Milano – 15 Dicembre 2017

Postato il

Live report ed immagini sonore di Stefania D’Egidio

Il 15 dicembre sul palco del Fabrique di Milano ho assistito ad uno spettacolo unico per il panorama musicale italiano, il The Great Christmas Party dei The Bloody Beetroots del misterioso Sir Bob Cornelius Rifo, all’anagrafe Simone Cogo, dj e polistrumentista che ama apparire in pubblico mascherato.

Uno spettacolo inusuale sia per il genere musicale, di difficile catalogazione, un misto di trash metal, elettronica underground, quasi una punk dance, sia per le gesta atletiche del protagonista, che si lancia in aria con acrobatici salti degni della migliore tradizione fumettistica Marvel, da cui pare abbia tratto ispirazione per la maschera, a metà tra Spiderman e Venom.
La curiosità per l’evento era grande, visto che ne avevo sentito parlare dai colleghi fotografi, tanto da spingermi a chiedere l’accredito foto settimane prima, pur non conoscendolo affatto dal punto di vista della discografia.

Alla vigilia l’entourage della band ci aveva inviato una liberatoria da firmare e fin qui nulla di strano: capita spesso che gli artisti richiedano che le loro fotografie non vengano utilizzate a scopi commerciali, nulla da eccepire, la cosa che mi era parsa invece bizzarra era la richiesta di visionarle e approvarle prima di qualsiasi pubblicazione a scopo editoriale, dato che, in fondo, senza un pubblico e senza la pubblicità derivante da una recensione un artista non è nessuno…sta di fatto che mi reco al concerto firmando la liberatoria e mi piazzo sotto il palco per i fatidici dieci minuti concessi per grazia ricevuta, in attesa dello show, preceduto da un piacevole dj set.

Arriva finalmente il tanto atteso momento e… zaaac! di dieci minuti, otto trascorrono quasi al buio totale e due con il palco immerso in una luce bianca così abbagliante che a stento si riesce a capire cosa si sta inquadrando con l’obbiettivo; tra fotografi ci scambiamo sguardi abbastanza increduli, quasi a domandarci: “cosa siamo venuti a fare?”.
Cessato il tempo a disposizione ci invitano ad andare via e, mentre guadagno l’uscita, mi volto indietro a guardare lo spettacolo, ora che per miracolo le luci sono tornate normali e sul palco si sono materializzati il fotografo e il cameraman ufficiali della band.
Il sound è piacevole, lo spettacolo coinvolgente, Sir Bob è davvero atletico come dicevano: canta,suona e si lancia sul pubblico come se nulla fosse.

Nei giorni successivi postproduco le poche foto scattate e,come da accordi, le invio all’entourage per la supervisione e il consenso alla pubblicazione; nel frattempo mi guardo in rete quelle già approvate e tutto sommato mi convinco che le mie, nonostante le mille difficoltà incontrate, non sono poi così male… ma passano i giorni e nessuna risposta, sollecitiamo e risollecitiamo, niente, silenzio assoluto, allora comincio a pormi delle domande: non sono piaciute? cosa hanno di diverso dalle altre? sarà mica perché il nostro magazine ha una tiratura più limitata degli altri e quindi questi possono permettersi anche di pubblicare foto non eccezionali? A distanza di quasi quindici giorni non ho ancora trovato la risposta giusta, se non che, come per ogni cosa, si facciano due pesi e due misure… resto comunque del parere che per un artista sia di vitale importanza ottenere delle recensioni, positive o negative che siano, la storia della discografia è piena di esempi in tal senso.

Cosa mi rimane dell’esperienza The Bloody Beetroots? Molto bravi dal punto di vista tecnico, dal punto di vista umano un tantino meno, avranno pure collaborato con Paul McCartney e Tommy Lee, ma non sono i Beatles e non sono i Rolling Stones, non credo parlerò di loro ulteriormente e l’unica immagine che assocerò a loro sarà un’immagine nera, un’anonima immagine nera…

[immagine ©Marvel 2017]

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...