Ex-Otago – I tapullatori del pop, da Marassi ai palchi di tutta Italia

Postato il Aggiornato il

Articolo di Giacomo Starace

Studi Universal, una conferenza stampa che si trasforma in una chiacchierata distesa fra una battuta e l’altra: i protagonisti sono loro, gli Ex-Otago, direttamente da Genova con un disco bellissimo, Marassi, che sono riusciti a rendere ancora più bello grazie a collaborazioni inaspettate (da Finardi a Caparezza e Levante). Rigiro fra le mani questo doppio cd su cui campeggia una fotografia di Genova in notturna, con una zona scura, più o meno corrispondente al loro quartiere, che dà il titolo all’album.
Un quartiere che potrebbe essere quello di tutti, fatto di impennate in motorino, calcio di strada, amicizie che si rivelano sempiterne; mentre raccontano, mi viene in mente il mio. Questo è il bello di un album come Marassi e di una band come loro: ti senti immediatamente parte di ciò di cui scrivono, parlano, cantano e suonano. Come tutti i liguri, sono legati alla loro terra a filo doppio: parlano di Genova come di una città ricchissima, con una tradizione gigantesca (musicalmente parlando, il nome di De André fa capolino un milione di volte) che, però, si è addormentata.

Con questo album provano a parlarne per svegliarla e sembra che qualcosa si muova, sotto la scorza di una terra che si atteggia negli stereotipi che le fanno da corazza: ci raccontano di quando hanno girato il video nello storico stadio di Genova, che guarda caso si trova nel loro quartiere. Quando hanno chiamato per chiedere l’autorizzazione ad utilizzare lo stadio, hanno ricevuto subito una risposta affermativa e piena disponibilità. È una cosa semplice, ma questi ragazzi, da bravi osservatori, ne hanno letto la scintilla di un risveglio. Sempre fra uno scherzo e l’altro, raccontano delle collaborazioni per questo album, si soffermano sullo stupore per la freschezza di Finardi che ha scritto un testo stupendo, parlando dei giovani (I giovani d’oggi, prima traccia del disco), oppure sulle caratteristiche stellari di un’artista come Levante. Confessano anche la speranza che molti di questi li raggiungano in tour. Alla domanda sull’accostamento degli Ex-Otago alla musica indie, la risposta è diretta: “Facciamo Pop fin dagli inizi, continuiamo a considerarci musicisti Pop”.

Dopo quasi un’ora, la conferenza finisce ed io colgo l’occasione di presentarmi per scambiare due parole con loro, grazie alla collega Joshin. È un momento molto semplice, fra i dovuti e meritati complimenti da parte mia per l’album e la scoperta di essere stato nei luoghi a loro familiari, come Casarza, vicino Sestri Levante, per concludersi con domande sulla mia tesi e sul loro amore per la Puglia, nato durante una serie di concerti.
Sono partiti dal nulla, ora calcano i palchi di tutta Italia, raccontando di se stessi con brani che, ci hanno detto, sono istantanee di loro nel momento in cui le hanno scritte, tanto che sembra di sfogliare un album fotografico di pensieri. Nonostante la rapida ascesa che stanno vivendo, restano persone semplicissime, con cui si riesce ad entrare subito in contatto. Tutto ciò emerge nelle canzoni del loro album, per niente banale, per niente stucchevole, fatto di sguardi, giudizi, riflessioni… fatto di questi ragazzi.

Marassi Featuring & Remix – Tracklist
01. I giovani d’oggi ft. Eugenio Finardi
02. Cinghiali Incazzati (Dardust Version)

03. La Nostra Pelle ft. Willie Peyote
04. Stai Tranquillo ft. MECNA
05. Mare ft. Marianne Mirage
06. Quando Sono Con Te ft. Levante
07. Gli Occhi Della Luna ft. Jake La Furia

08. Sognavo Di Fare L’Indiano ft. Bianco
09. Non Molto Lontano ft. España Circo Este
10. Ci Vuole Molto Coraggio ft. Caparezza
11. Mare (Lemandorle remix)
12. Gli Occhi Della Luna (Keaton remix)

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...