Todo Modo @ Biko – Milano, 11 aprile 2017

Postato il

Articolo di Eleonora Montesanti, immagini sonore di Alberto Mori

E’ stato un concerto potente e coinvolgente, quello di martedì 11 aprile al Biko di Milano, dove i milanesi Todo Modo hanno presentato il loro secondo disco appena uscito, Prega per me.

Il trio composto da Paolo Saporiti (voce e chitarra acustica), Xabier Iriondo (chitarra elettrica e cori) e Giorgio Prette (batteria ed effetti) gioca su sonorità noise volte a supportare un uso della voce molto delicato e melodico. Un accostamento strano, ma ben amalgamato, diventa con questo disco il tratto distintivo del gruppo: è soprattutto sul palcoscenico, infatti, che si vede come ognuno dei musicisti metta in risalto le proprie caratteristiche in funzione di un equilibrio d’insieme. Dunque, ascoltando canzone dopo canzone, non potevo far altro che pensare al fatto che i Todo Modo sono coraggiosi, perché non è facile portare sul palco un’identità così netta e precisa.

I brani estratti da Prega per me suonano suggestivi ed efficaci, soprattutto nei momenti in cui la melodia si interseca con l’esplosione degli effetti della chitarra di Iriondo; i contenuti sono forti, spesso dolorosi, ma a tratti anche poetici e sognanti, soprattutto filtrati dalla bellissima voce di Paolo Saporiti.

L’esibizione è un crescendo che dura circa un’ora, il pubblico si dimostra partecipe – quasi ipnotizzato – e ascolta e guarda con attenzione. Perché sì, i Todo Modo sono molto belli anche da guardare: posizioni quasi scultoree, mani, chitarre e batterie che sembrano un tutt’uno, strumenti particolari e affascinanti (in mezzo al palco c’è una tastiera da piedi che suona i bassi) sono un ulteriore modo per rimanere ancorati e presenti nel qui e ora, brano dopo brano.

Insomma, i Todo Modo hanno scelto di intraprendere un percorso importante e rischioso, e non possiamo fare altro che augurargli che la loro identità artistica si consolidi, tra intimità e istinti primitivi, non tanto per dimostrare che dalla diversità possono nascere unioni funzionali, quanto perché la musica ha bisogno di espressioni personali e coraggiose.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...