R E C E N S I O N E


Articolo di Claudia Losini

Belissimo, con una “l” sola. Proprio così, pronunciato all’americana. Bruno Belissimo, producer italo-canadese di base a Bologna, ha rilanciato l’italodisco con un album omonimo, riportando in auge i suoni che hanno reso grande l’Italia negli anni 80, ma adottando uno stile personale, fatto di linee di basso potenti e influenze da film sci-fi.

E proprio queste sono la base del nuovo album Stargate, titolo che per me ricorderà sempre quel film che ha segnato la mia infanzia dopo Jurassic Park.

Immaginate quindi di essere i protagonisti di b-movie di fantascienza e di attraversare un portale d’accesso a un’altra dimensione, in un tunnel di luci e di stralci di conversazione che provengono dal passato o forse dal futuro, per ritrovarvi in una dimensione parallela, dove tutto può succedere: come ballare insieme a dèi egizi in una pista intergalattica, o farsi sedurre da bellissime aliene e poi fuggire dalla discoteca a bordo di una navicella rubata.

Stargate è tutto questo: Belissimo ha lavorato su registrazioni vocali, sonorità funk e space disco per creare il “mixtape per un ipotetico clubber di un pianeta poco colonizzato”. 30 minuti di musica da considerarsi più come una colonna sonora che brani distinti tra loro, il sottofondo perfetto per un viaggio intergalattico tra lo sci-fi vintage e il tragicomico, sempre con la sferzante ironia che caratterizza ogni sua produzione.

Se volete trovarvi in un altro mondo, seguitelo anche live, nel tour che lo vedrà calcare i palchi italiani insieme al suo gemello alla batteria. Le prossime date italiane sono:

16 Aprile Bologna – Freakout

7 Giugno Treviso – CORE Festival

Tracklist:

01. Stargate
02. Flying to Bermuda (skit)
03. Bermuda Triangle
04. The Phone Call (skit)
05. Latin Lover
06. Messaggio Vocale (skit)
07. Saint Tropez
08. People From Cortina (skit)
09. Cortina Express
10. Bassolo Solo (skit)
11. Belissimo