A P P U N T I  D A  N O V A R A J A Z Z


Articolo di Mario Grella

È iniziata all’Opificio di Novara la stagione 2019/2020 della rassegna Taste of Jazz, l’appuntamento del giovedì di NovaraJazz. Un inizio intimo con un concerto di grande originalità e due musicisti di gran classe, come Simone Quatrana al piano e Davide Rinella all’armonica cromatica (il cui nome è già tutto un programma).
Standard rivisitati con grandissima personalità e rivestiti di sonorità assolutamente originali, con qualche concessione al free “ben temperato”.

È stato un bellissimo dialogare tra la tastiera di Simone e l’armonica cromatica di Davide, nel consueto chiacchiericcio dell’Opificio, con divagazioni su temi dati di grande libertà, ma al tempo stesso di notevole rigore. L’eccellenza viene raggiunta nella reinterpretazione di “Autumn Leaves’ (“Les feuilles mortes” per gli osservanti), con una armonica “hobo” che sembra far volare le foglie gialle al passare di un convoglio in una sconfinata pianura, o nella magnifica versione di “All Blues”, dove la tromba si trasforma in un magnifico piano e insieme allo spirito di Miles Davis sembra aleggiare anche quello di Little Walter.
Taste of Jazz resta la più bella occasione per i “non praticanti” per avvicinarsi al jazz in un locale raffinato e accogliente, e dove si dimostra il teorema che una musica non addomesticata può convivere con gli altri piaceri della vita.
Una bella serata autunnale che scalda il cuore prima dell’inverno.

Photo credit: Mario Grella