Cerca

Off Topic

Voci fuori dal coro

Massimo Volume – Il Nuotatore (42 Records, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Cinzia D’Agostino

Mi è capitato di chiedermi come mai, quando esce un disco dei Massimo Volume, tutti indistintamente si trovano d’accordo, esprimendo giudizi entusiastici, di pura meraviglia e stima. Eppure sono gli unici che non hanno mai fatto una svolta di stile, nessun cambio di orizzonte, e sono gli unici nella scena del sottosuolo italiano che non vengono criticati per questo. Mantenere la propria integrità, fedeli a se stessi e, ciononostante, non sbagliare un colpo, mai.

Continue reading “Massimo Volume – Il Nuotatore (42 Records, 2019)”

Gli Scordati di Joe – Vol. 39

R E C E N S I O N I


Articolo di Giovanni Carfì

Note di merito per album passati distrattamente in secondo piano, ma meritevoli di un loro piccolo spazio. Nell’impossibilità di raccontare tutto ciò che viene prodotto, una selezione di dischi con confronti senza vincitori, né punteggi; ma con la presunzione di restituire una sensazione il più immediata possibile, attraverso un’analisi che va oltre le solite stellette.

Continue reading “Gli Scordati di Joe – Vol. 39”

OffPost di OffTopic – In Festival

Articolo di Simone Nicastro

Negli anni ho scritto articoli su molti argomenti ma mai sul Festival di Sanremo. Vuoi perché trovo totalmente sproporzionato quanto polverone sollevi ogni volta, vuoi perché alla fine il Festival se la cava bene anche senza che qualcuno (e io ancor meno) lo difenda con decisione. Però è sotto gli occhi di tutti che la società odierna si stia incancrenendo sempre di più sullo scontro e la faziosità come approccio strutturale alla vita. Tutti (o quasi) si premurano di affermare che sono della volontà di volersi capire vicendevolmente, della comprensione reciproca e di ricercare in fondo un punto in qualche modo positivo nella realtà. Poi invece velocemente scadono nell’arroganza, nella violenza (verbale si spera) e nell’incapacità di mettersi anche solo per un secondo nei panni degli altri. La vera verità “casualmente” è che in ogni contesto vale solo la propria opinione contro l’evidente e appurata menzogna che appartiene alla parte opposta.

Continue reading “OffPost di OffTopic – In Festival”

Festival di Sanremo 2019 – qualche parola in libertà

Articolo di Luca Franceschini

L’ho scritto recentemente da un’altra parte e non ho voglia di ripetermi: non mi è mai piaciuto l’atteggiamento di chi “Non guardo Sanremo perché tanto fa tutto cagare” o “Quella non è mica vera musica!”. In sintesi: stabilire che cosa sia “vera musica”, ammesso che si possa, richiede competenze troppo elevate che sicuramente non sono in mio possesso. Il prodotto televisivo è di bassissimo livello, questo credo che si possa affermare senza troppi problemi ma le canzoni (che non sono mai il piatto principale del programma ma che poi, in fin dei conti, sono quelle che interessano davvero) non è detto, generalizzare non è mai una bella idea.
Tutt’al più che è già qualche edizione che il direttore artistico di turno cerca di svecchiare un po’ la lista dei concorrenti, inserendo nomi che siano più vicini alle giovani generazioni, artisti dall’hype indiscusso o dai recenti successi, in modo tale che il Festival possa essere preso in considerazione anche da chi è genuinamente interessato alla musica.

Daniele Silvestri e Rancore

Continue reading “Festival di Sanremo 2019 – qualche parola in libertà”

La Rappresentante di lista @ Serraglio, Milano – 3 febbraio 2019

L I V E R E P O R T


Articolo di Luca Franceschini e immagini sonore di Alessandro Pedale

Non c’è probabilmente nulla di storicamente fondato nel famoso episodio di Lady Godiva, nobildonna inglese dell’XI secolo che, all’inizio della dominazione normanna, cavalcò nuda per le strade di Coventry per convincere il marito, feudatario del luogo, a togliere una tassa che gravava pesantemente sulla popolazione. Ciononostante, il personaggio è sempre stato usato (per lo meno nella cultura anglosassone) come simbolo di certe tematiche quali l’uso del corpo e l’emancipazione della donna. Quarant’anni dopo essere divenuta iconica anche nel mondo musicale, grazie ai Queen e alla loro “Don’t Stop Me Now”, adesso la lady diviene ispiratrice del terzo album de La Rappresentante di Lista. Go Go Diva, che ha segnato il ritorno discografico del duo palermitano a tre anni di distanza dal fortunato “Bu Bu Sad” è infatti stato scelto come titolo proprio ad evocare quella donna e la sua sfida radicale al marito e alle leggi del tempo.

Continue reading “La Rappresentante di lista @ Serraglio, Milano – 3 febbraio 2019”

Skunk Anansie – 25Live@25 (Carosello Records, 2019)

R E C E N S I O N E

Articolo di Stefania D’Egidio

Pochi giorni fa gli Skunk Anansie hanno pubblicato un doppio album live che celebra i 25 anni di carriera della band, ripercorrendone le tappe fondamentali, dai tempi dello Splash Club di King’s Cross fino ai giorni d’oggi, conservando immutata quella carica di adrenalina che li ha sempre contraddistinti. La prima volta che mi sono imbattuta nella band era il lontano 1994, facevo l’ultimo anno di liceo, a pochi mesi dall’esame di maturità, mi sembrano passati secoli: erano appena arrivati i cd, ma noi compravamo ancora le musicassette da un celebre ingrosso di Bologna, non esisteva internet né c’erano gli mp3, se volevi ascoltare le novità dovevi stare come me sintonizzato sulle frequenze di Rai Stereo Notte, di nascosto dei genitori, perché l’indomani si andava a scuola e a mezzanotte dovevamo essere tutti sotto le coperte, altro che musica! E così indossavi il tuo bel pigiamino, salutavi tutti, ti chiudevi in camera e a mezzanotte in punto sotto il piumone, ma con le cuffie per non farti sgamare.

Continue reading “Skunk Anansie – 25Live@25 (Carosello Records, 2019)”

Cosmo @ Forum, Assago (Mi) – 2 febbraio 2019

L I V E R E P O R T


Articolo di Luca Franceschini

Ultima data per Cosmo nel suo “Cosmotronic” tour, che lo ha portato in lungo e in largo per la penisola nel corso del 2018 facendone crescere esponenzialmente le quotazioni; allo stesso tempo, unico concerto del 2019, inevitabile preludio ad una lunga pausa per ricaricare le pile, dedicarsi a nuovi progetti e, presumibilmente, cominciare a pianificare un nuovo disco. Il pubblico ha risposto bene: nel momento in cui Marco salirà sul palco il colpo d’occhio sarà notevole. Hanno avuto tutti parecchie occasioni per vederlo lo scorso anno ma ad un evento unico non si può resistere, si sa. La formula è la stessa delle date precedenti ma, per motivi di coprifuoco, viene rovesciata: prima il dj set di Ivreatronic, il collettivo di artisti ruotanti intorno a lui che da qualche tempo partecipano in toto alla sua visione artistica. Enea Pascale, Splendore e Fabio Fabio stanno spesso sul palco insieme ma suonano tre set differenti da una mezz’ora circa l’uno. Un ottimo modo per scaldare l’ambiente, la loro elettronica è di ottima qualità e anche se la gente balla poco o niente, l’impressione è che ci si diverta lo stesso. Ad un certo punto sale sul palco anche Cosmo, che saluta e dà appuntamento a più tardi, senza nascondere un po’ di comprensibile emozione.

Continue reading “Cosmo @ Forum, Assago (Mi) – 2 febbraio 2019”

Mattia Donna & La Femme Piège ci raccontano come è stato lavorare alle canzoni di Mia Martini per il film “Io sono Mia”

I N T E R V I S T A


Articolo di Eleonora Montesanti

Mattia Donna & La Femme Piège, al secolo Mattia Donna e Andrea Toso, sono coloro che hanno lavorato alla colonna sonora del film biografico su Mia Martini, Io sono Mia, di cui vi abbiamo parlato qui. Oltre alla scrittura di pezzi inediti per accompagnare la vicenda narrata nel film, il duo ha lavorato anche al riadattamento ex-novo delle canzoni di Mia Martini, interpretate poi meravigliosamente da Serena Rossi. Abbiamo voluto fare una chiacchierata con loro per saperne di più su chi sono e su come funziona lavorare a un progetto tanto ambizioso e delicato.

Continue reading “Mattia Donna & La Femme Piège ci raccontano come è stato lavorare alle canzoni di Mia Martini per il film “Io sono Mia””

Frenetik & Orang3 – ZeroSei (Asian Fake, 2019)

R E C E N S I O N E

Articolo di Cristiano Carenzi


Il nome di Frenetik & Orang3 porta con sé numerosi riconoscimenti, basti pensare al quadruplo platino di La musica non c’è e le continue collaborazioni con Gemitaiz. Ora i due produttori romani hanno deciso di fare un loro album nel quale viene posta al centro la loro città d’origine (come si può capire già dal titolo, che è il prefisso telefonico di Roma). Nel disco infatti troviamo 14 brani con numerosi collaboratori, tutti provenienti dalla capitale. I nomi sono molto vari tra loro, si passa da veterani della città come Noyz Narcos e Er Costa a nuove leve come Venerus e i magnifici Sxrrxwland.

Continue reading “Frenetik & Orang3 – ZeroSei (Asian Fake, 2019)”

WordPress.com.

Su ↑